Il PortAttore Sano di Partita Iva
20 Giu
La ricerca di scorciatoie, di strade facili la vedi facilmente dal numero di persone che giocano alla ricerca della fortuna, del colpo che ti fa svoltare.

 

Lotto, Gratta & Vinci, Win for Life, Turista per Sempre, Smetti di Lavorare e Vivi di Rendita, Porta Aperta per chi Porta, Basta non fare un Cavolo e Avere i Soldi in Tasca, L’Importante é non fare una Ceppa…e altre cose che non conosco…
Hai capito vero che una buona parte di questi nomi me li sono inventati… scusami sai io gioco a NIENTE e quindi non li conosco questi sistemi “facili”…

 

I faccendieri, i furbacchioni (Stato Italiano compreso) hanno deciso di investire sulla disperazione della gente, sulla ricerca spasmodica di scorciatoie per vivere meglio, per guadagnare di più, vincite o furbate che siano…l’importante é avere più soldi in tasca, come arrivano arrivano, chissene!!!
Io ho deciso di investire su me stesso, sulle mie capacità, sulle mie abilità, sulla mia voglia di emergere = Portatore Sano di Partita Iva

 

Tu? Su chi hai deciso di investire?
Ecco chi é il Portatore (o PortAttore se preferisci) Sano di Partita Iva…un imprenditore che ha deciso di
>>> Impegnarsi per Vivere la Soddisfazione di Guadagnare tanti €€€ meritati e sudati
>>> Migliorarsi continuamente, studiando, formandosi, cercando l’eccellenza nel suo lavoro
>>> Applicare un Metodo Vincente, TUOMetodo (quello che è personalizzato sulla tua realtà–> NON UGUALE PER TUTTI!!!) con tenacia e costanza, impegnandosi a fare sempre errori diversi per avvicinarsi più possibile alla perfezione

 

Cosa differenzia il PortAttore Sano di Partita Iva dalla Banda Bassotti?

 

>>> Il PortAttore Sano di Partita Iva ritiene di avere una missione da compiere. La sua missione é di creare ricchezza, arricchire se stesso e arricchire il sistema.
Immettere denaro nel sistema!!!
Come?
Creando posti di lavoro, pagando i propri collaboratori sopra la media, fornendo ai propri clienti un prodotto di valore che costi anche tanto e che valga la pena di essere comprato.
La Banda Bassotti…lo sai avrà a come unico scopo quello di svaligiare il deposito di Zio Paperone 😜

 

>>> Il PortAttore Sano di Partita Iva paga puntualmente i propri fornitori, perché li vuole solidi economicamente
Il PortAttore Sano di Partita Iva non vuole impoverire i suoi fornitori perché…se non li paga questi smettono di fornirlo e lui…perde un partner, perde l’occasione di avvalersi di qualcuno di cui fidarsi…

 

>>> Il PortAttore Sano di Partita Iva non é interessato a fare trattative con i propri fornitori per spillare il prezzo più basso…
Il PortAttore Sano di Partita Iva é interessato a pagare il giusto prezzo, anzi il giusto valore perché vuole che il suo fornitore guadagni e sia contento di fornire il prodotto / servizio di valore

 

>>> Il PortAttore Sano di Partita Iva paga le tasse regolarmente.
Il PortAttore Sano di Partita Iva non scappa di fronte alle proprie responsabilità e tantomeno fa il furbo evadendo le tasse e lasciando debiti a destra e manca…
Si hai capito paga le tasse in tempo e le vuole pagare per contribuire allo stato sociale, contribuire ad avere i servizi, le strade, l’assistenza medica.
Non ne vuole pagare troppe e non ne vuole pagare poche, vuole pagare le GIUSTE TASSE.

 

Basta con questa minchiata che in Italia la pressione fiscale é al 70%.

 

Qualche furbacchione propagandista ti ha messo in testa che l’inps é una tassa…SBAGLIATO!!!
Qualche furbacchione propagandista ti ha messo in testa che l’iva é una tassa…SBAGLIATO!!!
L’inps é la previdenza del lavoratore autonomo per avere la pensione.
L’iva é una partita di giro che non appartiene né a te né a me.
Stampatelo bene in testa!

 

La pressione fiscale in Italia é alta MA é intorno al 40%…i problemi di questo paese sono altri.
Il PortAttore Sano di Partita Iva queste cose le sa.
Ahhhhh i commercialisti che non fanno informazione e non capiscono che così si danno la zappa sui piedi anche loro…gli imprenditori sono incazzati, non gestiscono bene la propria azienda, le aziende chiudono e i commercialisti…perdono i clienti.
Non basta…chi non chiude non paga il commercialista.

 

Caro commercialista aiutami a educare l’imprenditore italiano ad essere un Portatore Sano di Partita Iva.
Aiutami a educare il tessuto imprenditoriale italiano ad essere felice, guadagnare tanti soldi e creare tante tante aziende.
Il PortAttore Sano di Partita Iva paga regolarmente il suo commercialista.

 

>>> Il PortAttore Sano di Partita Iva sa gestire la sua azienda senza avere debiti, fidi, prestiti, segno meno in banca, ecc.
Il PortAttore Sano di Partita Iva sa far girare la sua azienda lavorando con i soldi propri e tenendo il segno +++ sul conto corrente.
Ecco chi é il PortAttore Sano di Partita Iva.

 

Ecco perchè esiste il CORSO TUOMetodo SKinTherapist, il Corso che ti permette di Chiudere 10 CheckUP estetici su 10!!!

 

Leggi tutto quello che c’è da sapere cliccando qui:

 

Ecco perché l’open day è un’Operazione Sbagliata
28 Mag
Vedo in giro sempre più giornate di incasso (i famosi open day) e sempre meno estetiste predisposte a prendersi cura del cliente in modo adeguato a una Professionista di Successo.
 
A me NON piace!
 
A me NON piace e NON funziona!!!
 
  • Capita spesso e volentieri che l’incasso sia MOLTO INFERIORE alle aspettative dell’estetista
  • La cliente viene spennata da una persona esterna (tecnica VENDITRICE) Sconosciuta
  • La cliente viene sottoposta a pagamento tramite finanziaria OVVERO tutto anticipato. Quando finisce il ciclo di trattamenti la cliente deve ANCORA finire di pagare la finanziaria. È molto probabile che smetta di fare trattamenti
  • Nel caso in cui NON ci sia la finanziaria, la cliente paga con prepagati OVVERO grandi importi che le SVUOTANO il portafoglio e la fanno come un POLLO DA SPENNARE. È MOLTO probabile che anche in questo caso smetta di venire da te (e NON devi essere stupita di questo)
  • In cabina Applichi protocolli di altri. Lavoro generico e PER NIENTE mirato sul caso specifico. Lavoro generico e PER NIENTE mirato che INEVITABILMENTE produce MENO risultati
  • Può capitare che la tecnica ti lasci fuori dalla cabina (A CASA TUA, NEL TUO CENTRO!!! voglio urlare dal dolore!!!). Tu NON sai cosa ha detto alle tue clienti. C’è una sconosciuta in cabina con le tue clienti che fa e dice cose che tu NON sai e PROBABILMENTE non puoi mantenere. Il mondo Estetico è pieno di Centri che dopo un open day con la tecnica hanno avuto un sacco di problemi all’inno di: “…ma lei mi ha promesso che…” L’IMPOSSIBILE
  • NESSUNO ti insegna come costruire un metodo che sia tuo, che funzioni, che abbia una logica. NON impari ad assumere il ruolo di Professionista Punto di Riferimento che Risolve i Problemi Estetici della Cliente. Professionista Punti di Riferimento che sa SEMPRE cosa fare e ha una riposta
  • Hai conseguenze TREMENDE sull’incasso Futuro e sulla Fiducia delle clienti nei tuoi confronti. Ho centinaia di testimonianze di estetiste che dopo aver organizzato open day hanno avuto problemi con clienti storiche, hanno perso clienti per insoddisfazione e per problemi di soldi
Quando ti affidi a qualcuno DEVE aiutarti a costruire, NO a distruggere come negli esempi visti sopra.
 
Devi PRETENDERE Formazione, Guida caso per caso. 
Devi capire come dare Risultati REALI e DURATURI alle clienti.
 
Con i casi difficili ci deve essere uno studio accurato di tutte le conseguenze che ci potrebbero essere. Ci deve essere una valutazione attenta su come andare a lavorare per Risolvere l’inestetismo.
 
Tutto questo lavoro deve essere fatto insieme alla Professionista che viene ad AIUTARTI (dovrebbe essere così. Aiutarti MICA Distruggerti).
 
Deve essere un momento di FORMAZIONE PRATICA per Te e il tuo Team.
 
Deve essere la messa in pratica di tutte le informazioni apprese in aula, nei manuali di studio. 
Messa in pratica ESPERENZIALE direttamente sul campo, direttamente su casi VERI.
 
Per riempire questo BUCO STORICO nel mondo dell’Estetica, a DIFFERENZA DI QUANTO HAI LETTO FINORA abbiamo creato una Formazione Esperenziale direttamente sul campo.
 
Abbiamo pensato per anni a come poter RENDERE CONCRETI tutti gli studi fatti in aula.
 
Ci siamo resi conto che le Estetiste dopo la formazione in aula venivano lasciate sole in balia del mercato a barcamenarsi nel mare delle difficoltà in tempesta.
 
Nuove tecniche, strategie di vendita, protocolli, clienti con problemi estetici complessi…chi più ne ha, più ne metta.
 
Ci siamo interrogati su come poterti aiutare a risolvere tutto questo.
Abbiamo pensato come fare a NON lasciarti sola, a come correggere forse piccoli particolari che NON ti hanno permesso di spiccare il grande salto.
 
Purtroppo quando vivi una situazione, ne sei la protagonista principale NON riesci a vedere qual è la Piccola o Grande differenza che fa la Differenza.
 
Da dentro NON riesci a capire cosa devi cambiare per far funzionare le cose nel modo giusto.
 
Ciò vale sia per chi fa fatica, che ha bisogno perché NON riesce
Vale anche per chi non fa fatica. Anche in questo ultimo caso NON sai mai cosa e quanto puoi migliorare fino a quando non ti lasci guardare da occhi esterni, da occhi che non sono coinvolti quanto te.
 
Abbiamo pensato a come NON “turbare” la suscettibilità delle Estetiste. 
Non volevamo che si sentissero giudicate, criticate o, peggio ancora, incapaci.
 
Non volevamo che si sentissero ospiti nel loro Centro e con le loro clienti.
 
Non volevamo che pensassero di dover “affidare” le loro clienti agli altri.
 
Volevamo, vogliamo che tu senta di avere un’ulteriore freccia del tuo arco.
 
Vogliamo che ti senta protetta, accudita, sicura di ciò che fai, perché lo hai sperimentato e messo in pratica sul campo.
 
Vogliamo che ti senta “figa!” (ma SI, usiamola questa parola). Con gli strumenti giusti, Pronta ad emergere, a venire fuori con tutto il tuo valore.
 
Pronta a far vedere al mondo chi sei e cosa sai fare.
Pronta a dare risultati Estetici alle clienti che altre tue colleghe NON sono capaci di dare.
 
 Ecco perché abbiamo CREATO un Protocollo che ci permette di Affiancarti direttamente nel Tuo Centro per RISOLVERE insieme Casi Estetici Pratici.
 
Tutto questo mentre Incassi, mentre Apprendi, mentre fai Formazione, mentre Assimili e fai TUE tutte le nuove informazioni che hai.
 
Questo nuovo modo di lavorare si chiama TUOMetodo SkinTherapist
 
Vuoi sapere se funziona?
 
Guarda bene cosa è successo alle tue colleghe che lo hanno messo in pratica INSIEME A NOI
 
  1. Con 2 mezze giornate hanno venduto più di quanto il centro incassa in un mese
  2. NIENTE finanziamenti. Quindi non hanno sovraccaricato le clienti con pagamenti a lungo termine
  3. Le singole sedute con TUOMetodo SkinTherapist esclusivo sono state acquistate  a 30 € in più rispetto all’attuale listino corpo del Centro
  4. Su 14 appuntamenti effettuati, 11 inserite in percorso. Convertite clienti estetica base che MAI MAI MAI si erano dimostrate interessate a fare altro  Rivitalizzate anche clienti in fase di mantenimento blanda
  5. Il centro ha acquisito un nuovo TUOMetodo SkinTherapist che può replicare ogni volta con le medesime modalità
  6. La titolare ha avuto tutte le indicazioni su come avere il massimo risultato negli inestetismi combinando tutte le risorse disponibili del Centro (anche quelle impolverate!) e dando valore alle manualità esclusive del Centro 
  7. La titolare o le collaboratrici sono state sempre coinvolte nel processo di vendita, sono rimaste sempre loro il punto di riferimento delle clienti
 
Credo ci sia poco altro da aggiungere.
 
Se anche tu vuoi sapere come trasformarti in una SkinTherapist di successo, te lo spiego qui ->
 
 http://www.skintherapist.it/
Che cosa significa Fidelizzare?
16 Mag

Andiamo, per un istante alla radice di questa parola.

La parola fiducia, a sua volta, è una parola derivante dal latino “fìdere” = avere fede.

Soffermandoci su questo possiamo fare due considerazioni:

  • Tutto ciò che ha a che fare con la fidelizzazione del cliente è  qualcosa che comporta una grande responsabilità per l’Imprenditrice. Perché una volta che una persona si fida di te, tu non la puoi deludere. Mai. E per lei ci devi essere. Sempre.
  • La fidelizzazione è un insieme armonioso di tanti tasselli che hanno a che fare con il Marketing, la Comunicazione, la Vendita, la Competenza, la Professionalità, la Fiducia in se stessi. Ecco perché è impossibile ridurla solamente a una sequenza di azioni da fare e ad un copione di cose da dire.

Cosa significa nella pratica fidelizzare davvero il T.U.O. Cliente?

    • Fai in modo di avere davvero, sinceramente a cuore la persona, prima che la cliente

 

Cosa significa? Approccia ogni cliente come se fosse la persona più cara che tu hai al mondo. Come ti comporteresti con una persona cara? Le daresti tutti i consigli per la sua salute, il suo benessere, la sua bellezza? Ti premuniresti di scoprire se i prodotti che utilizza a casa sono davvero giusti per lei? Le diresti sinceramente cosa puoi fare per lei e cosa no?

    • Lavora sul Marketing e sulla Comunicazione Esterna in modo da attrarre fin da subito il particolare gruppo di persone interessate in maniera specifica a ciò che offri SOLO tu

 

Tu e la tua Azienda siete in mezzo a una moltitudine di altre aziende (un po’ come stare in mezzo alla folla ad un concerto degli U2). Se non fai una serie di azioni per mostrare al mondo che sei differente rispetto agli altri, specializzata in una specifica nicchia, attirerai clienti “a caso”, spesso infedeli e difficilmente sviluppabili.

    • Sii disposta a dare prima che a ricevere

 

Siamo tutti stanchi di essere bombardati di offerte, sconti, proposte commerciali di ogni tipo che ci giungono da ogni canale: internet, telefono, tv, volantini nella cassetta delle poste e così via. Così stanchi che il nostro cervello è diventato “impermeabile” a questo tipo di messaggi. Allo stesso tempo, però, tutti noi abbiamo problemi da risolvere, bisogni da soddisfare e desideri da esaudire (a volte ce ne rendiamo conto altre volte no).

E tutti noi, presi dalle nostre vite frenetiche abbiamo poco, pochissimo tempo e quando cerchiamo qualcosa lo vogliamo trovare subito (possibilmente anche prima di subito!).

In più, ognuno di noi ha bisogno di fidarsi e di affidarsi.

E qui entra in gioco il nuovo Marketing. Dai informazioni ai tuoi potenziali clienti, dona un po’ della tua grande professionalità, sii disponibile a rispondere alle domande, senza chiedere nulla in cambio. Automaticamente vieni ascoltata da chi è interessato proprio a quei particolari argomenti. Una volta che ha capito la tua preparazione e professionalità, una volta che é anche più informato ed “educato”, fidelizzarlo è una passeggiata di salute

    • Diventa una fonte Autorevole nel tuo specifico settore

 

Strettamente collegato al punto precedente. Se pensi a qualche specialista famoso e autorevole (un medico, uno scienziato, insomma chi ti pare) sicuramente hai in mente qualcuno di cui hai letto degli articoli o dei libri, hai visto delle interviste, forse lo stai seguendo su Facebook e su altri social.

Anche tu, nella tua specifica nicchia, possiedi conoscenze e competenze molto approfondite.

Comunicale! Comunicale! Comunicale!

  • Comunicale all’interno del tuo Centro
  • Comunicale sulla tua pagina Facebook
  • Comunicale scrivendo qualche articolo per riviste di settore. Insomma, smetti di tenere tutto per te!

Egoistaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! (sto scherzando ovviamente)

Come ti posso vedere, riconoscere, identificare, comprare se Non ti fai vedere, se Non mi dici, se Non mi fai sapere. Come faccio ad ascoltare, toccare con mano ciò che sai fare? Se sei tu che sto cercando da sempre, come faccio a sposarti (professionalmente parlando, ovviamente)?!

Fai come ti dico e ti renderai conto che la risposta sarà molto molto molto e ancora molto soddisfacente, anzi un vero godimento.

    • Informa ed educa ad una corretta cura di sé

 

Anche questo punto, come puoi intuire, è collegato ai precedenti. Spesso i tuoi clienti non “evolvono” e frequentano in maniera “intermittente” il tuo Centro perché hanno consapevolezza pari a ZERO dell’importanza di prendersi cura di sé in maniera continuativa.

  • Tu lo sai bene che così non va
  • Tu lo sai che è corretto prendersi cura del proprio viso
  • Tu lo sai che è corretto prendersi cura del proprio corpo

Le tue clienti vanno informate ed educate a vivere la cura della pelle come parte integrante della loro vita.

Così come lavarsi i denti dopo i pasti o farsi la doccia quotidianamente (scusa gli esempi stupidi – sono quelli che funzionano meglio!)…ricordati anche il filo interdentale  già che ci siamo!!!

Come farlo?

Armati di pazienza, persevera e sii costante: per cambiare le abitudini delle persone ci vuole tempo.

Utilizza tutte le occasioni e i canali che hai a disposizione: sia all’interno del tuo Centro sia grazie a tutto ciò che è comunicazione esterna.

  • Stupisci, diverti, coccola, e soprattutto ascolta davvero le clienti  ogni volta che vengono nel tuo Centro

Fai sì che la cliente si senta unica, si senta accolta, si senta compresa, si senta protetta. Lo sai che l’essere davvero compresi e accolti è uno dei bisogni più importanti di ogni essere umano?

Noi non veniamo educati ad ascoltare. Non ho detto sentire. Ho detto Ascoltare.

Ascoltare davvero significa spegnere tutte le vocine dentro la tua testa, non pensare a nient’altro che alla cliente che ti sta di fronte. Ascolta ogni parola che dice, ascolta anche con gli occhi, osserva con piena e profonda attenzione. Un’attenzione esclusiva. Un’attenzione totale.

Spegni la vocina che è nella tua testa. Quel cavolo di vocina che dice: “…quanto sei antipatica, ma come sei vestita, secondo me fai schifo, come sei brutta, ma ti rendi conto cosa dici, ma chi pensi di essere, potessi  ti farei tanti dispetti, perché vieni proprio qui da me, ho una voglia di mandarti a fare … una girata…”

Dì la verità: in questi esempi che ho fatto ti sei ritrovata vero? Succede anche a te? Stai sghignazzando pensando a quante volte ti è successo.

Sai qual è la cosa peggiore?

Che le persone percepiscono tutto questo e secondo me spesso se ne accorgono proprio = mmmhh questo essere grande casino.

Quindi spegni tutto e…ASCOLTA.

Spesso basterebbe questo per comprendere di cosa ha veramente bisogno la cliente e di conseguenza proporglielo.

Solo così riesci ad essere ciò che cerca la cliente: UN PORTO SICURO dove attraccare, dove riposare, dove sentirsi accolta e protetta.

  • Falle innamorare di te e del tuo staff, dei tuoi trattamenti, fa sì che il Centro diventi la loro seconda casa

Diciamocelo chiaramente e senza falsi pudori.

Per approfondire tutti questi punti, ecco cosa ho pensato per te:

Clicca sull’immagine o vai direttamente a questo link:

http://www.skintherapist.it/

Le 5 Verità che NON ti fanno Comprare
13 Apr
Il Marketing di questo millennio,ovvero il Marketing 4.0, si fonda sul coinvolgimento che riesci a creare nella mente del cliente, si basa sul fatto di cosa sono disposti a fare con te.
Quanto si sentono coinvolti dalle tue iniziative.
Quello che è fondamentale, oggi più che mai, è creare LA RELAZIONE.
Quando un cliente viene in contatto con te:
 
–> Deve credere in ciò che fai 
–> Deve credere in ciò che sei
–> Deve credere in ciò che dici
 
La fiducia & la credibilità è qualcosa che ha bisogno di tempo per essere conquistata.
 
Troppe volte fretta ed egoismo, il voler spennare il cliente sono grandi ostacoli alla crescita del tuo business.
 
NON posso NON pensare al mio odiato nemico Consulente WEB, a chi ti dice di gestirti la pagina FB, alle aziende che ti vogliono vendere annunci pubblicitari su FB, su Google.
 
Fuffaroli incompetenti che ti spillano soldi.
 
Finti professionisti che giocano con i tuoi soldi, incapaci di produrre denaro per sè stessi.
 
Bravi SOLO a riprodurre una IDEA, una STRATEGIA e a ripeterla uguale per tutti.
 
Questi né studiano, né si evolvono: si specchiano presuntuosi su un UNICO SUCCESSO ottenuto una sola volta e ripropongono sempre la stessa strategia.
 
Sai quanta Gentaglia in giro gestisce pagine FB facendo post insignificanti uguali per tutti?
 
Sai quanta Gentaglia racconta ancora che è importante avere i “mi piace” sulla pagina e sui post?
 
Questi “signori” devono capire che ti devono aiutare a produrre denaro, fatturato, 
 
NO PAROLE
NIENTE FINTI SUCCESSI
NESSUNA ILLUSIONI
 
Sempre pronti a presentarti preventivi, a chiederti un sacco di soldi ancora prima di aver dimostrato di essere in grado di produrre risultati.
 
Eppure dovrebbero conoscere la regola aurea del marketing
Eppure fanno marketing
Eppure sono nel mondo del marketing
 
C’è una formula che sta alla base della costruzione della fiducia
 
Regala per l’80% e vendi per il 20%
Ricorda, puoi dare via anche l’80% delle informazioni, e farti pagare per il restante 20%. 
Dando in anticipo così tanto valore contribuisci a costruire la fiducia tra te e i tuoi potenziali clienti (e fare a polpette la tua concorrenza).
Presuntuosi, irriconoscenti, che parlano di facili risultati senza sapere cosa dicono.
Non credere a questi ciarlatani
NON essere credulona
Su web si racconta molto molto di più di ciò che è la verità
È un mondo popolato da troppa gente che ha fretta di ottenere il risultato senza fare i giusti passi/cammino per il successo.
Per conquistare la fiducia del cliente, dei clienti, è importante DONARE loro PRIMADITUTTO la prova provata che ciò che dici funziona.
  1. È IMPORTANTE studiare e rimanere aggiornati su ciò che succede in giro
  2. È FONDAMENTALE comunicare con costanza chi sei e cosa fai
  3. È GIUSTO rendere l’accesso al tuo mondo del potenziale cliente più facile possibile 
  4. È NECESSARIO che tu lasci un ricordo memorabile di te
  5. È INDISPENSABILE che si innamori di ciò che dici, fai e sei = FAN
Non fare l’errore di quei “baroni” odiosi,
Non comportarti come quelle caste supponenti,
Non essere pigra e opportunista
 
Tu sei una estetista, hai scelto questa professione per passione.
 
Questa tua passione, questa tua voglia di migliorarti, insieme alle strategie giuste ti può dare grandi soddisfazioni e ti può far guadagnare un sacco di soldi.
 
Non fare come il TUO SECONDO NEMICO = Il medico
 
Coloro che hanno studiato una vita fa, pensano di poter vivere tutta la vita di scienza infusa.
 
Non sbagliano mai e MAI accettano di migliorarsi e mettersi in gioco.
 
A loro NON interessa l’essere umano
A loro interessa Ergersi sopra la massa ed essere considerati SOPRA le parti
 
Esenti da ogni valutazioni, come se il camice bianco desse l’immunità parlamentare.
 
Non funziona così
 
Sicuramente NON funziona PIÙ così.
 
Forse è stato in passato, SICURAMENTE NON lo sarà in futuro.
 
Le cose sono cambiate.
 
Il mercato vuole sapere da te chi sei e in cosa credi.
 
La tua Azienda, la tua Professionalità si dovrebbe nutrire e arricchire di almeno 5 CREDENZE.
Ogni volta che scrivi
Ogni volta che parli
Ogni volta che fai
Ogni volta che ti muovi
 
DEVI
 
Esprimere, Raccontare, almeno una delle tue Credenze, delle Credenze sulle quali si poggia la tua Azienda.
 
Non ci avevi mai pensato?
Non sai da che parte iniziare?
 
Io inizio col dirti quali sono le 5 credenze che in GnB trasmettiamo sempre alle nostre AMATE Clienti
 
  1. Ogni business é DIFFERENTE 
  2. Noi siamo per il Business COSTANTE NEL TEMPO 
  3. Ogni Imprenditore ha bisogno di INTERVENTO SARTORIALE 
  4. Il Cliente NON va SPENNATO (va ACCUDITO e fatto CRESCERE NELLA SPESA NEL TEMPO) 
  5. Prima di creare un PERSONAGGIO sii te stesso. D’altronde NON sei un attore, NON puoi vivere sempre con addosso il vestito di un altro. È TROPPO FATICOSO e…l’incongruenza prima o poi si vede…
Capito cosa intendo?
 
Capito perché una di queste 5 Credenze DEVE essere sempre presente all’interno di OGNI tua attività di marketing?
 
Sii ridondante = Accetta anche di ripetere sempre le stesse cose. Alcuni ti leggono una volta e altri ti leggono altre volte = Nessuno ti legge sempre 
 
Sii costante = Ricordati della goccia che cade dal lavandino e Non ti fa dormire la notte
 
Sii intelligente diffidente = Non credere a tutto ciò che vedi, leggi, ti dicono MA leggi fra le righe.
 
Cerca la coerenza, le prove e ANALIZZA a fondo i racconti per capire quali sono quelli veri e quali sono quelli falsi.
STOP a chi urla e ti dice che è tutto facile
STOP a chi non si mette in gioco
STOP a chi Non ti dice come stanno veramente le cose
 
Per il resto abbi cura di te.
 
I 5 Passi per Creare il tuo Personal Branding
09 Apr

Se hai pensato che basti fare corsi sul Marketing, seminari sulla Vendita e full immersion motivazionali per capire come DIFFERENZIARTI in questo Mercato…mi sa che sei un pò fuori strada!!!!

O meglio..è SOLO UN PUNTO DI PARTENZA!!!!

Non esiste una Formula Magica: tutto quello che senti di re in un’aula poi lo devi mettere in pratica e lì arriva il bello!!!

Il modo migliore per avere successo  non dipende dai prodotti che vendi o dalla tecnoologia all’ultimo grido che hai nel tuo Centro: sicuramente sono elementi che hanno il suo impatto ma…

Sei TU che fai la vera differenza grazie al tuo Personal Branding

I tuoi modi, la tua personalità, il tuo modo di essere, il tuo modo di fare… Tutti questi aspetti vanno ad intaccare le possibilità di successo o di fallimento.

Perché è così importante?

La vendita, come le competenze di marketing sono sicuramente molto importanti.

Ma non basta.

Sai perché?

Prima di tutto questo c’è il Posizionamento dell tuo Centro e quindi il tuo Personal Branding.

Ci sono infatti 5 passi da seguire per creare il tuo Personal Branding  in grado di attirare a te a FATICA ZERO clienti interessate a  te senza dover elemosinare sconti o promozioni del momento.

Devi attirare l’attenzione.

Questi 5 passi sono PRATICI  e ti permettono finalmente di dare un senso a tutte le nozioni che hai sentito dire fino ad oggi!!!

La tua comunicazione sarà completamente diversa e le persone se ne renderanno conto.

–> 1  – Da DOVE ARRIVI

Spesso ci occupiamo troppo del dove vogliamo arrivare che poi ci dimentichiamo della cosa invece più importante. Quella cosa che ci identifica e che ci rende diversi rispetto ad un eventuale nostro concorrente.

Le origini.

Certo, apparentemente possono sembrare nulla di che particolare ma posso assicurarti che in realtà hanno un risvolto davvero notevole se viene comunicato.

Alle persone non interessa minimamente la storia del tuo Centro o com’è figo rispetto agli altri:quindi il tuo Prodotto!!!

Alle persone interessi tu.

Inizia da te. Dalle tue origini. Ma attenzione!

Per origini non si vuole intendere il luogo in cui sei nato o l’albero genealogico dei tuoi antenati. No.

Nulla di tutto ciò.

In realtà con le tue origini intendo qual è stata quella cosa che ti ha mosso ad intraprendere questo cammino.

Al Cliente interessi tu ma soprattutto interessa scoprire se di te si può fidare.

P.S. Le origini si possono facilmente confondere con il passo #4 – il tuo perché ma in realtà c’è una sottile sfumatura. Sfumatura che ti svelo tra poco.

–> 2 – La tua STORIA

Se è vero che le tue origini determinano la ragione per la quale hai scelto d’intraprendere questo percorso di cambiamento, è altrettanto vero che la tua storia determina il grado d’ispirazione e motivazione che puoi trasmettere alle persone.

La Tua Storia deve essere un esempio d’ispirazione

Il tuo obiettivo è quello di trascinare le persone dalla tua parte.

“Ma io non conosciuto da nessuno e non sono un personaggio?”

Non importa questo e non è davvero necessario.

Devi creare ispirazione. Le persone si devono identificare in te. In quello che sei. In come sei. In quello che vuoi fare… perché questo si aggancia alla perfezione con il passo 3

–> 3 – PERCHÈ hai fatto tutto questo

Nel momento in cui hai agganciato le persone con la tua storia personale, quello che devi fare in seguito è dichiarare il motivo per il quale stai impiegando le tue energie, i tuoi sforzi e le tue risorse per questa causa.

–> 4  – I NEMICI

Spesso succede di non saper come gestire dei nuovi clienti che,nonostante siano convinti di averti scelta, si sono visti arrivare una schiera di nemici a spada tratta pronti ad ucciderti (mariti,genitori..figli)

Ti ha mai detto infatti tua cliente: “devo sentire mio marito a casa?”

Non è che magari acquista dei prodotti da te ed è costretta a nasconderli in casa?

Litigheranno per causa  tua?

Non credi anche tu che se queste dinamiche si potessero evitare a monte, il tuo personal branding prenderebbe sicuramente maggior valore?

Io penso di sì perché nell’esatto momento in cui tu rassicuri la persona di quello che può succedere e di come può superarlo… Le persone ti vedono diverso.

Ti vedono VICINO.

E questa non è una cosa da poco perché la maggior parte dei networker là fuori non lo fa mica!

Quindi se tu riesci a trasmettere questo hai davvero fatto centro, hai davvero dimostrato di essere vicino al cuore delle persone piuttosto che al loro portafogli e questa è realmente una sfumatura di immenso valore.

Immenso valore.

Quindi ricorda sempre di fargli vedere i suoi eventuali nemici ma soprattutto anche il motivo per il quale tu stai lottando, perché…

–>  5 – La tua PROMESSA

I nemici sono coloro che minano la tua promessa, la tua unicità. Sì perché tu non sei uguale a tutti le tue colleghe che ci sono là fuori.

Tu sei diversa.

Tu non ti limiti a vendere degli strumenti di bellezza, delle tessere sconto o delle creme solamente perché devi farlo così ci guadagni.

No.

Tu non fai SOLAMENTE questo.

Tu in realtà stai facendo molto di più.

Sì perché il tuo obiettivo è quello di migliorare la vita delle persone e tu sei il mezzo che gli consente di ottenere quello che loro vogliono. In fondo tu riesci a dargli quello che desiderano grazie alla tua presenza e al prodotto/servizio che vendi.

Prodotto che ovviamente non deve mai essere in primo piano.

Dev’esserci sì ma non dev’essere mai l’unicità. La cosa che ti differenzia rispetto la concorrenza.

Sai perché?

Nel momento in cui l’azienda con cui collabori decide di chiudere i battenti tu cosa fai?

Come ribalti la comunicazione che hai cercato di trasmettere?

Capisci anche tu che sei in seria difficoltà e che il castello che avevi creato con cura e dedizione rischia di precipitare.

Infatti il modo migliore per evitare questo è quello d’indicare e specificare la tua promessa. Quello che TU a prescindere  riesci a trasmettere.

Ma è sufficiente anche dire che ci SEI.

Ovviamente va fatto nel modo corretto ma di base basta poco.

Molto poco.

Anche perché sono veramente poche le persone che mantengono le loro promesse. Sono veramente poche e tu devi essere una di quelle poche persone quindi devi essere abile a giocare su questo aspetto.

Ecco…

Questo è Personal Branding

Questi sono 5 punti chiave che devi sempre considerare per il tuo personal Branding 

Tu devi essere diversa  e sicuramente questi 5 passi ti permetteranno di capire e soprattutto di scoprire come puoi iniziare a raccontare la tua storia, il tuo perché, la tua promessa e contro chi lotti ad ogni persona che incontri per strada la prossima volta.

Tu sei la persona che le persone devono comprare, non i prodotti e nemmeno l’azienda

Oggi compie 45 anni la prima telefonata fatta con il cellulare
03 Apr

Eh sì, è proprio così.

Il 3 aprile del 1973 a New York venne fatta la prima chiamata da cellulare.

E le sue dimensioni, come puoi vedere dall’immagine, erano quelle di una scatola da scarpe:roba che oggi, a giugno, ci pagheresti l’IMU!!!

Pesava quasi un chilo e sembra incredibile, ma non aveva nemmeno il display: ti ci volevano più di dieci ore per ricaricarlo e al massimo aveva 35 minuti di autonomia.

Inventato dall’Ingegnere  Martin Cooper, l’apparecchio si chiamava DynaTac ed era a marchio Motorola

Ma è solo 17 anni dopo quella prima telefonata che l’invenzione riesce ad avere una platea più ampia grazie all’assegnazione delle prime frequenze.

Il successore del quel prototipo fu il DynaTac 8000X, venduto a 3.995 dollari di allora, cioè 9.322 dollari attuali. Cifre che fanno apparire un iPhone un dispositivo per poveracci!!

Dagli anni Ottanta in poi il cellulare ha iniziato una cavalcata verso il successo, dapprima contenuta (ci vollero sette anni per raggiungere il milione di utenti) poi sempre più celere fino ai numeri imponenti di oggi che danno i primi segnali di saturazione del mercato.

Oggi il cellulare è diventato uno strumento sociale: ha il potere di inviare messaggi non solo scritti, ma anche video e audio. Ma il suo vero potere è quello di raggiungere tutto il pianeta praticamente a costo zero.

E’ uno strumento che tutti abbiamo in tasca (quasi come se fosse un’appendice del nostro corpo), ma che nessuno ti ha insegnato ad utilizzare.

Già uno studio del 2015 aveva rilevato che in media una persona guarda il cellulare 46 volte al giorno per arrivare ad un 4% che invece lo fa anche 200 volte: e spesso guardiamo il cellulare senza avere la sollecitazione di un messaggio o di una notifica.

Chi di noi non ha un profilo e una pagina aziendale su Facebook, su Instagram o Youtube?

Nessuno: perchè fondamentalmente tutto questo è nato per farci gli affari degli altri, per sapere cosa hanno fatto lo scorso settimana, per andare a ritrovare i compagni delle medie, magari sperando di ritrovare quella del banco davanti a te,che non sopportavi, che oggi è diventata una mongolfiera!!

Ma l’errore più grande che tu puoi fare oggi è continuare ad utilizzare i Social solo per questo.

9 volte su 10 oggi il cellulare è diventato lo strumento primario per la loro consultazione:eh sì,anche quando siamo in bagno!!

Ormai non basta più che il tuo Centro sia presente sui Social: oggi conta come ci sei. E ti spiego perché.

Le persone che acquistano, i tuoi futuri clienti, lo fanno per 2 motivi:

  1. Per soddisfare un’esigenza
  2. Per risolvere un problema

E siccome non sei la sola che può dare la soluzione a questi due problemi, quello che oggi conta è strutturare il giusto messaggio in modo che ti legge, ti ascolta, ti vede, ti reputi UTILE.

Per questo, è necessario che tu xxxxx questi 4 step:

Step 1: POSIZIONAMENTO & DIFFERENZIAZIONE

Devi sapere come ti percepisce il pubblico, sapere il valore che danno le persone e quanto sono disposte a spendere.

E’ lo stesso concetto per cui, a parità di funzionalità, c’è chi magari fa un finanziamento per comprarsi l’Iphone da 1500 euro quando potrebbe comprarsene uno di un’altra marca che fa le stesse identiche cose ma che costa 100 euro meno!!!

Step 2: PRODOTTO

Devi confezionare ciò che hai e ciò che sei. Il prodotto non è più la crema che tu vendevi una volta.

Oggi il prodotto sei TU. Perchè le persone prima di acquistare da te, devono prima fidarsi e solo dopo SI AFFIDERANNO per sempre

Step 3 : PUBBLICO

Impara a riconoscere il tuo pubblico, in modo da sapere cosa e come comunicare in modo che porti risultato, cioè che acquistino da te

Step 4 : MESSAGGIO

Questo mercato non gira più intorno a quanto sei brava, ai prodotti superinnovativi o miracolosi del momento.

Non è più prodotto-centrico, ma cliente-centrico.

Devi comunicare che riesci a risolvere il problema o l’esigenza che la persona che ti legge ha.

Devi avere la tua U.P.I., la tua Unica Proposta Irresistibile.

Quindi: non puoi stare in questo mercato con messaggi che spaziano dalla “perdita di cm”, all’ “appiattimento delle rughe”, passando dalla “rimozione o riduzione della cellulite”.

Ricordati: nel 2018, se vuoi fare clienti nuovi a fatica ZERO e fidelizzarli a vita, devi mandare un unico messaggio.

Non devi risolvere tutti i problemi di tutti.

Perchè: un cliente fedele vale più di 10 clienti nuovi!!!

Questo è il modo di fare business:diversamente, sei destinata a rimanere nel mucchio, ad essere una delle tante

 

La scoperta che RIVOLUZIONA la Professione dell’Estetista
30 Mar

Purtroppo, anche ultimamente, Facebook mi ha fatto apparire sulla bacheca foto di tue colleghe che vanno a fare corsi di Diagnosi.

Mi dirai: e che c’è di male??

Niente…se non fosse che, con mia grossa sorpresa, ho visto immagini dove si continuano a far vedere e spiegare gli Strati della Pelle…

ANCORAAAAA!!! 

Pensi davvero di aver bisogno che l’azienda di cosmetici, il guru di turno o la Fanta-Estetista di turno ti debba spiegare come funziona le pelle?

Vuoi dirmi che non l’hai ancora capito “vivendola” tutti i giorni?

Ecco invece QUALCOSA che ti dovrebbero raccontare (ma ci sta che non la sappiano nemmeno!!).

Qualcosa che potrebbe rappresentare una vera rivoluzione in anatomia e aprire la strada a nuove ricerche sulla cura di molte malattie degenerative e infiammatorie.

Uno studio pubblicato il 27 Marzo sulla rivista “Scientific Reports” dall’Università di New York e dal Mount Sinai Beth Israel Medical Centre ha reso noto che abbiamo un NUOVO ORGANO

Il suo nome è INTERSTIZIO e sono riusciti ad individuarlo grazie ad nuova tecnica di endomicroscopia confocale laser.

Se ti stai chiedendo perchè questa scoperta possa rivoluzionare il tuo lavoro e la tua professione, aspetta ancora qualche secondo che finisco di darti alcune dritte

Fino a ieri era chiamato Tessuto Connettivo e mai fino ad oggi la comunità scientifica gli aveva dato la rilevanza che gli spetta.

Si trova SOTTO LA PELLE e nei tessuti che rivestono l’apparato digerente, i polmoni, i vasi sanguigni e i muscoli.

Nell’Interstizio si trovano delle cavità interconnesse piene di liquido e sostenute da fibre di collagene ed elastina.

Hai capito bene, è dove c’è la linfa, è dove c’è la MEC (Matrice Extra Cellulare), è dove ci sono le fibre che degenerano con il passare degli anni, contribuendo alla formazione delle rughe, all’irrigidimento delle articolazioni e alla progressione delle malattie infiammatorie legate a fenomeni di sclerosi e fibrosi.

Veniamo a noi: è il tessuto protagonista della maggior parte dei trattamenti che effettui tutti i giorni in cabina. 

Questa scoperta potrebbe cambiare il tuo modo di approcciarti ai trattamenti estetici e avvalora le tesi che ti abbiamo già presentato, in assoluta anteprima, al SuperClub Diagnosi Base del 18&19 marzo. 

Attraverso i protocolli esclusivi di TUOMetodo di Guadagnare nel Beauty infatti ti identifichi come professionista.

Protocolii basati sulla Detossificazione del Tessuto Connettivo che ha un VERO ruolo principale nel mantenimento in buona salute NON solo la pelle ma di tutto l’organismo.

Se vuoi distinguerti sul mercato solo TUOMetodo ti salva dall’essere confusa nella mischia e ti permette di avere una rilevanza nella testa delle persone che hanno bisogno dei tuoi trattamenti e percorsi

 

Ecco il PORCAIO che Ti Fanno Fare le Agenzie di Marketing
28 Mar

Da oggi ufficialmente sono il nemico giurato di tutte quelle Agenzie di Marketing che

  • Fanno fare strategie uguali per tutti
  • Ti dicono che UNA VOLTA hanno avuto un’idea con un MARCHIO famoso e ti vogliono vendere che funziona anche nel tuo caso
  • Ti dicono che l’importante è avere i miei piace per fare “engagement”
  • Ti fanno un calendario con post “a cazzen” che NON danno valore alla tua figura professionale
  • Ti fanno fare strategie che attirano SOLO clienti freddi e SCROCCONI

Facciamo un esercizio insieme. Ti va?

=> Vuoi attirare nuovi clienti

=> Vuoi incrementare i tuoi incassi

=> Vuoi essere maggiormente presenti sui canali WEB per attirare clienti più facilmente

Ti rivolgi ad un’agenzia che ti mette su una iniziativa per farti arrivare clienti e darti visibilità e questa ti organizza una “Strategie” (molto fra virgolette).

Tu cosa fai?

Secondo me ti puoi sparare, NON li devi pagare e NE devi parlare male al mondo intero.

Vuoi sapere cosa TI hanno combinato questi Fetenti, Incompetenti GALATTICI?

  1. Hanno preso dei clienti a freddo proponendo SUBITO una vendita
  2. Hanno scontato dei servizi, MANGIANDOSI tutte le tue possibilità di GUADAGNO
  3. Hanno fatto una proposta con ZERO accoglienza nei confronti di si deve fidare e venire a SPENDERE SOLDI da te = info e prenotazioni, un nome e un indirizzo buttato lì…
  4. Hanno messo lì un’offerta “ad minchiam” che crea CONFUSIONE = Non capisco quale sia il vantaggio per me Cliente
  5. NON SI PARLA MINIMAMENTE DELL’INTERESSE NEI CONFRONTI DEL CLIENTE
  6. NON SI PARLA MINIMAMENTE DEI PROBLEMI CHE TUOI PUOI RISOLVERE GRAZIE ALL’INTERVENTO
  7. MANCANO UNA SERIE DI REGOLE FONDAMENTALI DEL MARKETING CHE APPRENDERAI CONTINUANDO A LEGGERE

Aggiungo gli ultimi particolari “IRRILEVANTI”

  • Hanno dato del voi, quando su WEB e nel marketing si da SOLO DEL TU
  • Ti hanno fatto spendere dei soldi sponsorizzando della ROBACCIA che ti attirerà solo gli scrocconi

Le conseguenze di cotanta INCOMPETENZA sono

=> Arrivano solo clienti scrocconi, freddi e DIFFICILISSIMI da sviluppare

=> Fai fatica e becchi un sacco di “NO”, “Ci penso”, “Non ho soldi”, “Non ho tempo”

=> Ti stanchi alla ricerca della Soluzione Perfetta

=> Pensi di NON meritare e che la vita ti riservi solo cose brutte

=> La stanchezza, si trasforma in Ansia e Forte perdita di Autostima

=> Impegni, pensieri, debiti, notti insonni, paure e quant’altro

Se devi fare buoni omaggio a clienti freddi che arrivano da SCROCCONI e non sono sviluppabili

Tanto vale fare Groupon, 

E’ LO STESSO TIPO DI OPERAZIONE 

Se tu pensi che oggi sia importante essere specializzata, SAPPI  CHE STAI NEL PASSATO.

Oggi non basta più!!!

Se ti devi specializzare per fare operazioni sciocche come quella vista sopra, finisci nello stesso trogolo degli altri e il mercato NON ti riconosce.

Fai fatica boia a sviluppare clienti e rischi di morire nello stress, paure, condizionamenti, sfighe, insuccessi e quant’altro.

Non funziona così!!

Spingere un cliente a freddo è come fare Groupon o fare attività a basso prezzo modello abusiva.

FORSE ANCHE PEGGIO.

Quanto ti ha chiesto l’agenzia per questa robaccia?

Quanto ti costa l’annuncio SENZA PORTARTI NIENTE INDIETRO = Follia

E li paghi pure?

C’è solo un modo per fare le cose per bene e…farle da sola senza affidarsi agli incompetenti.

Per portare clienti nuovi la PRIMA COSA che devi fare è conquistare la fiducia.

La fiducia si conquista dando, DONANDO in maniera incondizionata, senza chiedere NIENTE in cambio.

Una delle regole del Marketing è che sei vuoi conquistare la fiducia del cliente devi DONARE qualcosa per far si che abbassino il livello di DIFFIDENZA.

DIFFIDENZA = Ovunque, soprattutto in Italia dove le persone hanno sempre paura delle “fregatura”

  1. Vieni in contatto con una NUOVA POTENZIALE CLIENTE che ti lascia i suoi recapiti
  2. Il fatto che ti abbia lasciato i recapiti vuol dire che ha iniziato a fidacchiarsi di te

Per far si che succeda ciò devi “regalare” qualcosa = Nel marketing si parla di ESCA GRATIS.

Che tipo di esca deve essere?

Qualcosa che risolva i problemi, qualcosa che doni soluzioni, speranza a una persona (potenziale cliente) che è alla ricerca di un “salvatore”.

Avere un DONO GRATIS che aiuta a risolvere problemi, è un primo passo FONDAMENTALE per iniziare a fidarsi, per essere MENO diffidenti.

Può essere un video dove fai parli o fai vedere come hai BRILLANTEMENTE risolto quella problematica specifica

Può essere un ebook, quindi qualcosa di scritto sempre sullo stesso argomento.

In poche parole tu regali Contenuto, il potenziale cliente ti lascia in cambio i suoi dati = Scambio onesto
Ciò NON vuol dire che sia ancora pronta all’acquisto, ti sta ancora studiando, ha solamente iniziato a “ridacchiarsi” di te usufruendo di un’esca GRATIS.

Tu lasciala studiare…

Nel frattempo fai le seguenti 5+1 AZIONI

AZIONE ZERO = Appena hai ricevuto il contatto, accogli la Potenziale cliente, interessati a lei, all’essere umano.

Ringraziala e Facilita la sua esperienza con te. 

Donale tutte le possibilità di entrare in contatto con te -> pagina FB, Gruppo (se ne hai uno), Sito &/o Blog, canale YouTube, Numeri di Telefono, profilo Linkedin, Instagram, quant’altro…

Dille che hai ALTRE INFORMAZIONI GRATIS per risolvere il problema Estetico di suo interesse che non la fa dormire la notte.

E che se ha piacere sei in grado di continuare a darle informazioni.
AZIONE UNO = Comincia subito a rispettare la tua promessa e OFFRI un’altra altre soluzioni GRATIS all’annoso problema che non la fa dormire la notte.

Preannuncia che tra qualche giorno (1/2 giorni) presenterai anche un caso reale “brillantemente” risolto.
AZIONE 2 = Continua a mantenere le promesse fatte.

Per abbattere la diffidenza tipica degli Italiani e alimentare l’avvicinamento di un Potenziale Cliente è fondamentale che tu mantenga questo comportamento.

Racconta la storia VERA di una tua cliente che ORA NON ha più quel problema.

Prosegui preannunciando che tra qualche giorno racconterai quali rischi corre il tuo potenziale cliente se NON agisce subito per risolvere il suo problema.

AZIONE 3 = È l’ora dei rischi e dei pericoli. PICCHIA DURO.

  • Sii spietata e sincera
  • Parla POTABILE = Niente linguaggio tecnico

AZIONE 4 = Storia vera di un caso che NON ha avuto l’intelligenza di fare

AZIONE 5 = È arrivata l’ora di attaccare i Ciarlatani del tuo settore che ti rovinano la “piazza”, danneggiano le persone e creano tanta tanta diffidenza.

Ora Tu sei diventata la “Paladina” nel combattere (al fianco della tua potenziale cliente) il Nemico Comune = Il ciarlatano & il problema

AZIONE 6 = A distanza di 3/4 giorni

Ora puoi FINALMENTE fare la tua PRIMA Offerta di Vendita.

Quanto tempo potrebbe essere passato dal PRIMO Contatto?

Circa 1 mese e mezzo o 2.

Come si chiama questa prima offerta? Front End.

È un’offerta ad ALTO VALORE PERCEPITO da parte del cliente

MA

a BASSO RISCHIO ECONOMICO = Strada per abbassare la diffidenza e avere la voglia di comprare ORA.

Se hai fatto le AZIONI di cui sopra nella giusta sequenza,

A QUESTO PUNTO,

il tuo potenziale cliente È PRONTO a comprare Te SUBITO.

Dovrebbe essere talmente Pronto che potrebbe chiederti di comprare ancora prima che tu abbia fatto la tua offerta = FASE DI AUTOACQUISTO.

Ora hai capito perché per fare nuovi clienti NON hai più bisogno di agenzie e webincompetenti vari.

 

“C’era una volta…” ovvero l’Arte di raccontare le storie
26 Mar

Ti sei mai chiesta come mai da bambina prima di addormentarti  ti raccontavano delle novelle della buona notte? O, per scomodare qualcuno di più Grande, Gesù per diffondere i suoi insegnamenti, raccontava delle Parabole?

Semplice. In entrambi i casi, si approfitta della straordinaria potenza delle storie per raggiungere in modo veloce e coinvolgente le emozioni di chi ascolta.

Questo cosa c’entra con te?

Perchè anche tu, per far crescere la popolarità del tuo Brand e acquisire la fiducia del cliente (sia che tu lo debba trovare o che fidelizzare) devi fare lo stesso: solo tu, queste “storie” le devi scrivere!!!

Ognuno di noi ha una storia, la tua Azienda ha una storia, fatta di successi e difficoltà: hai esperienza da raccontare e sogni da raccontare.

La condivisione delle tue storie oggi la puoi e la devi fare grazie al web: è uno strumento potentissimo che ti permette di raggiungere in un solo momento milioni di persone

Sto parlando del Digital Storytelling, ovvero scrivere  storie nel tuo blog, sul tuo sito, sui social  o nelle email, in modo da sembrare  più “reale” agli occhi di chi ti legge.

Siamo sopravvissuti grazie alle storie. Ci evolviamo grazie a loro e attraverso di loro. Raccontiamo storie da ricordare, per ricordare da dove veniamo e dove sta andando la nostra società.

Gli aspetti principali dello Storytelling sono:

  • la struttura
  • lo scopo e/o la funzione
  • la verosimiglianza

Ma per raccontare storie, non basta il fatto di avere qualcosa da dire.

È necessario creare storie che affascinano chi legge.

Ci sono storie che vengono raccontate con il semplice scopo di divertire e altre che hanno lo scopo di difendere un punto di vista e portare il lettore a fare lo stesso.

Nel Marketing,lo Storytelling si riferisce principalmente a questo secondo tipo di storia.

Per creare una storia che tenga conto di questo obiettivo, segui questi 5 passi:

  1. Inizio: descrivi il/ i protagonisti e come sono arrivati da te.
  2. Il contesto: parla del problema o della  sfida che ha il tuo protagonista e cerca di fare riferimenti alla quotidianità e ai danni/disagi che questo problema gli crea ogni giorno.
  3. La tua Soluzione: cosa hai fatto tu per lui per risolvere il suo problema
  4. Il finale:rappresenta il culmine della storia, dove tu descrivi come è cambiata la vita del protagonista grazie a te
  5. La morale, che serve a rafforzare il legame creato dalla storia.

Ricordati sempre di raccontare in maniera semplice e suscitare l’interesse del pubblico.

Come anticipato, uno degli aspetti fondamentali di uno Storytelling efficace è la verosimiglianza sia dei personaggi che della narrazione.

Qualcosa è credibile quando appare vera.

“Ma se io non ho storie da raccontare?”

Non ci credo!! Avrai sicuramente delle storie di successo di clienti che sono venuti da te e hanno risolto un loro problema…ma se proprio proprio non ti viene in mente…ricorda:

Non importa che sia qualcosa di reale o realmente accaduta. Deve essere possibile.

Deve essere una storia in cui chi legge si identifica.

Infatti, l’elemento fondamentale dello Storytelling nel Marketing è sapere raccontare la TRASFORMAZIONE che il protagonista è riuscito a raggiungere grazie a te e come tu sia diventata il suo Eroe!!

Gli argomenti delle tue storie? Concentrati principalmente sui risultati che riesci a dare al cliente: e soprattutto, sui modi diversi con cui ci riesci rispetto alla tua concorrenza, ovvero racconta la tua DIFFERENZIAZIONE.

Inizia Storytelling nella tua strategia di marketing cominciando da qualcosa di semplice, chiaro ma estremamente utile per chi legge.

 

La  Grande Bugia delle Parole che Ti Fanno Vendere
19 Mar

Ci sono metodi talmente metodi che ti dicono loro le frasi da dire per vendere.

Ma ti ci vedi a ripetere come un pappagallo la storiellina a memoria?

Ti riesce?

Ti dà risultati? Sì?

Non ci credo.

E se la cliente ti risponde qualcosa che sul manualino non c’è cosa fai?

☝ Ti senti a tuo agio con la filastrocca?

Ti immagini la cliente quando hai fatto la tua vendita e provi a rivendere ancora una, due, tre volte e ti metti lì a cantare la filastrocca?

Dai ammettilo che ti senti un pochino ridicola, ammettilo che non ci credi, ammettilo che tanto non lo fai.

Sai cosa penso?

Questi metodi siano degli sviluppatori dei seguenti 4 virus  :

– INSICUREZZA…sì perché se non ti riesce e non vendi, quando c’è la gara da bar a chi ottiene più risultati, ti senti inadeguata e fuori luogo e pensi che se per le altre funziona e per te no, quella sbagliata sei tu.

Vuoi sapere la verità?

Neanche alle altre riesce, solo che non hanno il coraggio di dirlo. Tu sei l’unica che dice la verità, il 99% di chi viene informata con queste puttanate non le usa.
Ho conosciuto molte tue colleghe che avevano imparato a ripetere a memoria la filastrocca, solo che non la usavano mai perché si sentivano stupide.

Morale?

Non vendevano.

– PAURA: paura di essere inadeguata, paura di non riuscire, paura di non saper gestire le obiezioni, paura di sbagliare, paura di non ricordarsi qualche passaggio della filastrocca, paura di non vendere.

– INCAPACITA’ DI SAPER TROVARE SOLUZIONI: incapacità di sapere cosa fare se la cliente fa obiezioni, incapacità di saper trovare altre risposte, incapacità di capire se è il T.U.O. Cliente (Ti Ubbidisce Ognivolta), incapacità di dare costanza ai tuoi guadagni, incapacità di fare utili.

– DIPENDENZA DALLA PAROLE: e se non funzionano? Chi se ne frega.

Io la filastrocca l’ho detta!
Non funziona così:ti devi liberare dalla dipendenza di queste frasi costruite, uguali per tutti. Altrimenti sei dipendente di fattori esterni che non ti permettono di sviluppare la tua capacità di fare l’azienda e di guadagnare.

Sai cosa succede? ✘

– Succede che se la filastrocca non funziona tu non fai sforzi, ti blocchi. Dipendenza.
– Succede che la filastrocca ti impedisce di migliorarti
– Succede che la tua professionalità va a farsi friggere
– Succede che la cliente non ti prende sul serio già dalla seconda volta che gliela ripeti
– Succede che ciò che ti hanno venduto per infallibile (e tu te la sei bevuta), è fallibile, eccome se fallisce e con questo fallimento fallisce il successo della tua azienda.

È questo che vuoi?

Non credo. Vuoi sapere cosa fare? ✔

Applica le 7+1 Verita’ della Vendita

Farlo ti porta a:

– Sviluppare la tua Professionalità
– Far venire da te il T.U.O. Cliente tutti i mesi dell’anno
– Rendere il T.U.O. Cliente responsabile della sua “salute estetica”

Come? ✌

  • Individua il T.U.O. Cliente (quello che i santoni del marketing chiamano target)
    • Fagli capire in cosa tu sei speciale per lei (differenziati)
    • Risolvi tutti i suoi bisogni e sii sempre presente e competente.

Le 7+1 Verita’ della Vendita ✌

➊ Consulenza personalizzata (minimo 45 minuti): CheckUP
➋ Impegno del T.U.O. Cliente (dopo la prima fase intensiva e’ OBBLIGATORIO il mantenimento)
➌ Fiducia del T.U.O. Cliente (se non per caso non ce l’avesse, neanche si comincia)
➍ Patto di durata nel tempo (funziona fino a quando lo fai, altrimenti non funziona…mica ti lavi 3 mesi l’anno…ti immagini il puzzo?)
➎ Garanzia sui risultati soddisfatti e rimborsati
➏ Prove di clienti che hanno già ottenuto risultati (foto, testimonianze)
➐ Appuntamenti già fissati in agenda (risparmio tempo, garanzia di impegno e volontà)

7+ 1: Senza prodotti a casa non si va da nessuna parte…ovvero neanche si inizia.

Lo so, sono stato molto schematico: l’ho fatto volutamente, perché in un post non posso e non riesco a svelarti tutto!!!