Per informazioni commerciali

I Ricchi Guidano la Ford KA

Dal diario del mio amico Stefano D’Ambrosio.

Qualche giorno fa in una delle nostre interminabili chiacchierate telefoniche, Stefano se ne esce con questa frase: “I ricchi guidano la Ford Ka”

e poi ancora “…non hanno bisogno di andare in giro a esporre i loro averi.
Anzi li nascondono perché hanno paura delle invidie, dei ricatti, delle persone che chiedono, di chi NON si fa i cazzi suoi e gli fa i conti in tasca e delle tasse…”

☞ Ho pensato che effettivamente aveva ragione: i veri ricchi NON ostentano, NON sono così stupidi.

Se ostenti ricchezza diventi oggetto del desiderio e bersaglio di chi vuole i tuoi soldi, di chi vuole qualcosa da te.

☞Insomma una vera rottura. Pensa ai VIP, i veri VIP passano il tempo a nascondersi per non avere scocciature.

Tutti i locali, ristoranti, porti dove attraccano yacht hanno aree riservate = Dove poter vivere in privacy

Tu mi chiederai: che titoli ha Stefano per affermare ciò?

Stefano é un ESPERTO di Gestione Finanziaria, é un esperto di Finanza, tieni corsi di formazione volti a portare la cultura finanziaria nel nostro Paese, con concetti semplici, intuitivi e alla portata di tutti.

Sa leggere il bilancio meglio di un commercialista, insegna ad investire in borsa e i suoi clienti sono sì, investitori comuni MA anche tanti tanti ricchi che non sanno cosa fare con tutto quel denaro.

Chi meglio di lui sa cosa pensano i ricchi .

Infatti mi ha fatto notare come c’é questa nuova moda su Facebook di far APPARIRE una vita che non esiste, una ricchezza che NON esiste.

Se hai bisogno di dire, di far vedere che sei é perché effettivamente NON HAI.

Tra le varie REGOLE/SEGRETI più sporchi che vengono insegnati da GURU del web in effetti ti consigliano di TAROCCARE la tua esistenza per farla apparire ESTREMAMENTE più figa di ciò che é in realtà.

I GURU del Marketing americani facevano ciò già negli anni ’90.

Mi ricordo foto su elicotteri, ville lussuose, macchine sportive fiammanti .

I primi MOTIVATORI ad apprendere ciò sono stati coloro che lavoravano nel network marketing.

La leva della bella vita, del guadagno facile, case, macchine sportive, vacanze, gioielli, sono da sempre una grande leva ad INTRAPRENDERE qualcosa per avere il TOP .

Oggi questa FARSA vecchia come il cucco viene ABUSATA da chi sta su web.

Continua Stefano: “Hai notato Davide come tutti i GURU che stanno su web esibiscono una vita da nababbi MA vivono all’estero in paradisi fiscali?

A parte il fatto che nei loro paesi SONO DEGLI SCONOSCIUTI, in realtà NON sono neanche milionari come dicono, delusione totale”.

Un altro problema superdiffuso purtroppo é la mancanza di conoscenza dei numeri.

Chi ha un fatturato in milioni = 6 zeri, dice di essere milionario.

CAZZATA CICLOPICA .

Il fatturato é ciò che INCASSA la tua Azienda. Ma anche se l’Azienda é tua, tu per produrre in 6 ZERI hai anche prodotto delle spese.

Se lavori su web per farti conoscere e diventare “famoso” devi smenare un bel pò di denaro, altrimenti NISBA .

Ti ricordo che quando la pubblicità per diventare “famosi” si faceva in TV, i passaggi negli orari più ambiti (ore pasti, soprattutto serali e prima serata) venivano a 6 ZERI per massimo 30/45 secondi.

Questa regola vale ancora oggi = Se vuoi essere famoso ti costa soldi .

Se incassi a 6 ZERI e spendi a 6 ZERI perché devi fare regali, eventi che ti rendano EVIDENTE, produrre materiale da mandare in giro che ti renda famoso, andare in tour per mantenere la tua notorietà

TUTTO CIÒ COSTA UN SACCO  DI SOLDI.

Quando sposti un carrozzone NON ti rendi conto di quanti soldi vanno via, chiedi a cantanti, compagnie teatrali, di ballo, ecc.

Ho un amico che lavora nel settore e mi racconta di situazioni folli.

Mi suggerisce Stefano: “I ricchi, i milionari sono coloro che hanno liquidità personale in MILIONI. Bada bene, soldi liquidi a disposizione. NO proprietà immobiliari, NO fatturato aziendale”.

Non ti lasciare abbagliare dall’opulenza ostentata perché è sinonimo di povertà.

Il vero il vero ricco spende meno di quanto guadagna ed è in grado di accantonare denaro e fare in modo che il denaro lavori al posto suo.

L’indice di ricchezza NON è quanto la tua macchina è bella, quanto grande fai la vacanza o quanto grande é la tua casa o come sei vestita bene.

“Il flusso di denaro corretto non è quello dove le spese superano le entrate ed i passivi superano gli attivi. E’ quello dove riesci a fare in modo da generare attivi che producano reddito al posto tuo.
Faccio un esempio semplice…se incassi in un anno 1.000.000 di €, ma ne spendi 1.200.000 (fra spese, interessi negativi, tasse, ecc), sei più povero di una persona che guadagna 40.000 €uro in un anno, ma riesce a spenderne solo 30.000”.

La vera definizione di ricchezza si basa sulla variabile TEMPO, ovvero quanto tempo puoi riuscire a vivere senza lavorare mantenendo inalterato il tuo stile di vita.

Quindi l’indice della tua ricchezza è quanto tempo puoi vivere bene senza fare un cazzo .

Queste sono le regole dell’ AUTONOMIA FINANZIARIA che insegna Stefano e che da sempre hanno regolato il mondo.

Se vuoi vivere bene, se vuoi invecchiare ricco e senza problemi, se NON vuoi che qualcuno ti venga a mettere le mani in tasca

=> Impara a spendere meno di quanto guadagni
=> Impara a guadagnare di più
=> Fai investimenti prudenti che ti rendano dal 10 al 15% annuo (È UN RISULTATONE)
=> NON credere al guadagno facile e a rendite miracolose
=> NON pensare che l’erba del vicino sia più verde
=> SAPPI CHE SEI RICCO PER QUANTI ANNI PUOI VIVERE SENZA LAVORARE CON I SOLDI CHE HAI DA PARTE (mantenendo lo stesso stile di vita)
=> Viaggia a fari spenti e guida una FORD KA

Queste sono le VERE Regole della Ricchezza.

Gli altri ti raccontano solo CAZZATE  per far apparire qualcosa che non esiste .

Perché se fanno apparire ciò che non esiste e mettono lo sporco sotto il tappeto TU NON LO VEDI E COMPRI…perché vuoi essere come loro, vuoi vivere come loro, ricca e felice come loro.

Purtroppo ciò che ti hanno fatto vedere NON esiste, é un’invenzione, é una strategia di marketing usata da secoli che, a quanto pare, funziona ancora.

Tu in nome del tutto e subito, in nome delle cose facili, ci sei cascata ancora una volta.

Non ti arrabbiare, non ti voglio rimproverare, voglio solo aprirti gli occhi per non prendere l’ennesima fregatura, l’ennesima delusione della tua vita.

È un problema culturale che ci é stato trasmesso questa cosa del tutto, facile e subito.

Non é colpa tua, MA ora che lo sai, ora che lo sai riconoscere, ora che hai capito che su web viene DISEGNATO un mondo che non esiste, COMBATTI AL MIO FIANCO questa disinformazione .

Combatti al mio fianco il marketing CAZZARO.

Fatti promotrice insieme a me del MARKETING ALQUA = Alta Qualità, il MARKETING VERITÀ = Dire le cose come stanno, andando in culo ai grandi GURU del Marketing Americano.

Perché qui siamo in Italia .

Come dice Stefano D’Ambrosio: “Basta col Marketing BUFALA di chi ti insegna a gestire i soldi in Italia dall’estero.

Perché se questi sanno tutto di gestione di marketing sono andati all’estero?

Perché dall’estero continuano ad aver bisogno di fare business in Italia?

Perché se sono già milionari continuano ad avere bramosia di denaro Italiano?

Siamo sicuri che siano tutto ciò che dicono di essere o ce la raccontano?

Siamo sicuri che abbiano quelle competenze che dicono di avere?

Siamo sicuri che sappiano gestire aziende e che ottengano i risultati che dicono?

Perché io controllando nel loro passato e nei bilanci delle loro Aziende vedo il CONTRARIO di ciò che dicono.

E se non riescono per se stessi come possono INSEGNARE a noi?

E se erano così bravi perché per insegnare agli Italiani NON sono rimasti in Italia?

No c’é bisogno che ti dica altro caro Davide, la verità é sotto gli occhi di tutti, per chi la vuole vedere”.

Grazie Stefano, io intanto faccio Marketing ALQUA = Alta Qualità, il Marketing della Verità.

Io con i miei risparmi posso vivere senza lavorare 8 anni .

Lascia un commento