Il Segreto degli Scalini
14 Feb

Cosa hai in comune con Joker, Edwar e Rocky?

Come puoi vedere dall’immagine, tutti e tre gli attori hanno a che fare con una scala, ognuno di loro la percorre per motivi diversi, con paure e fragilità diverse.

 C’è chi prima le sale faticosamente, zoppica con il suo corpo storpiato dalla sofferenza e dall’oppressione e poi reagisce: ed è allora che Joker scende le scale a passo di danza, quasi trionfante a rappresentare il coronamento del suo sogno, con la sua rivincita e la rivolta dei pagliacci.

C’è chi apparentemente sembra che dalla vita abbia avuto tutto quello che voleva (o che poteva gestire), ma con la grande paura dell’altitudine, nonostante abiti in un attico.
Ecco che invece Edward,mosso da una paura più grande (perdere l’amore della sua vita) alla fine decide di salire su quella scala per andare a coronare il suo sogno insieme a Vivian.

 Ed infine Rocky, che partendo dalla sua casa per andare a correre, arriva fino a quelle scalinate ad una velocità incredibile e, senza fermarsi, arriva fino in cima, dimostrando grandissima tenacia e dando a quel gesto delle braccia alzate il significato del suo riscatto nei confronti del mondo.

Perché la vita di ognuno di noi deve essere piena di traguardi, di scalinate da salire, anche quando sembra che ti manchi il fiato, perché spesso non ne puoi fare a meno.

👟E gli scalini vanno percorsi uno alla volta (a meno di non essere in trance agonistica come Rocky!!!) perché altrimenti rischi di cadere e, nella migliore delle ipotesi, di dover ripartire da capo e, nella peggiore, di farti male.👟

Ecco perché “un passo alla volta” e “pazienza” sono alla base della “Scalinata” di TUOMetodo.🎯🎯

Abbiamo studiato e creato la struttura dello Sviluppo del Cliente in modo che ogni step che fa venga rappresentato da un gradino, fino ad arrivare alla vetta per diventare il T.U.O. Cliente Messaggero, un Cliente che oltre a frequentare con continuità il tuo centro e spendere presso di te determinate cifre, ti produce ulteriori entrate facendo arrivare Nuovi Clienti tramite il Passaparola.

Anche tu fai gli errori del Geometra Urbano?
01 Feb

Lunedì della scorsa settimana eravamo a Roma per il Corso GnB Winter Tour e dopo il corso ci siamo concessi una passeggiata nella Città Eterna.

Mentre camminavamo, la nostra attenzione è stata catturata da un’insegna di uno studio tecnico di un geometra.

Se stai pensando “Ma cosa c’entra questo con me?”, continua a leggere e vedrai!

Nell’insegna in questione si leggevano nell’ordine:

 Impresa di pulizie e servizi
(Cosa c’entra con il lavoro del Geometra? E poi…o fai pulizie o fai servizi. E se fai servizi…che servizi fai?)
 Si esegue ogni intervento ovunque
(Quindi? Lo puoi chiamare per lavare, stirare, fare la spesa, fare da mangiare, portare a spasso il cane, accudire la nonna… E di nuovo, cosa c’entra con il lavoro di Geometra?)
 Consulenze per il tribunale
(Ok, questo forse c’entra di più con il lavoro del Geometra…MA non c’entra nulla con le cose elencate prima)
 Consulenze condominiali edilizie
(Un’altra cosa ancora…mah!)

Per non parlare della la grafica e della leggibilità dell’insegna in questione, basta il resto!

Purtroppo il geometra Urbano (questo il suo nome) non si rende conto di quanto la sua offerta sia generica, quanto in questo mercato denso di offerte di ogni tipo, lui è difficilmente identificabile.

 Scommettiamo che il geometra ha grossi problemi con i preventivi, che è costretto a fare sconti su sconti e che i suoi potenziali clienti tendono ad essere “traditori”, a comprare una volta da lui e una volta dalla concorrenza?

Poi magari, come tanti altri, dice che c’è la crisi, che le persone chiedono sempre lo sconto, deve fare mille preventivi, è una lotta, eccetera eccetera…

Vuoi sapere cosa succede al nostro amico geometra?

  1.  Il mercato non capisce in cosa è specializzato questo “professionista”
  2.  I clienti lo considerano un “signorfacciotuttoio” e non faccio niente bene
  3.  Nessuno vuole come fornitore uno che fa troppe cose e niente bene
  4.  Il geometra ha sicuramente problemi di acquisizione di clienti di valore
  5.  Il geometra ha problemi di fidelizzazione di clienti
  6.  Il geometra ha problemi di fare sempre il prezzo più basso per poter lavorare
  7.  Il geometra ha problemi di organizzazione del lavoro e la qualità del servizio è di basso livello

E ora veniamo a noi.

Eh sì, perché il nostro amico geometra non fa nulla di tanto diverso (purtroppo) rispetto a quello che vediamo sulle insegne, sulle pagine Facebook, sui profili Instagram di tante tue colleghe.

Ci capita spesso, ancora troppo spesso, di vedere proposte confuse e generaliste da parte di Centri Estetici. Dei veri e propri “minestroni” di proposte, dei bazar di offerte.

E troppe volte veniamo contattati da titolari disperate, che fanno fatica ad acquisire nuovi clienti di Qualità, che fanno fatica a svilupparli e a fidelizzarli, che si ritrovano ad avere di fatto come concorrenti non solo tutti gli altri centri della zona, ma addirittura i cinesi o le abusive.

Perché i clienti nel vedere un’offerta così confusa e indifferenziata non possono percepire valore e valutano tutto come omogeneo, mettono tutto sullo stesso piano e alla fine…scelgono solo sulla base del prezzo.

Cosa fare per evitare di cadere in questa trappola?

🎯 Fai uscire sul mercato solo UNA COSA (fra tutte quelle che fai), concentrati sulla SOLUZIONE AD UNICO INESTETISMO e dì chiaramente quale problema estetico risolvi al cliente come nessun altro

🎯 Sottolinea cosa tu fai di differente rispetto alla concorrenza e perché questa differenza ti permette di essere la PRIMA SOLUZIONE, l’UNICA VERA SOLUZIONE nella testa del T.U.O. Cliente

🎯 Impegnati ogni giorno per rendere il servizio al T.U.O. Cliente (il Cliente che Ti Ubbidisce Ognivolta) sempre migliore, sempre più indimenticabile, irrinunciabile…non ti fermare mai, fai in modo da creare “dipendenza positiva”: i tuoi attuali clienti soddisfatti e “innamorati” di te, sono i tuoi migliori Testimonial, i tuoi migliori procacciatori di altri clienti

Ti sembra difficile, non sai da che parte iniziare e quindi alla fine ti blocchi.

Ecco perché la soluzione al tuo problema è il nostro libro

📖📖 CLIENTI NUOVI per L’Estetista di Successo 📖📖

L’UNICO libro al mondo dedicato al Marketing per i Centri Estetici: stai tranquilla, non è solo teoria.

Il libro ti accompagna passo passo anche con esercizi che ti porteranno finalmente a FARE CLIENTI NUOVI A FATICA ZERO!!!

Lo trovi qui:

 https://www.guadagnarenelbeauty.com/libro-clienti-nuovi/

❌❌ Saldi: si salvi chi può! ❌❌
24 Gen

Passato il Natale, il Capodanno e l’Epifania arrivano loro: i Saldi invernali!

Un tempo tanto attesi per rifarsi il guardaroba, nel mercato di oggi pare che abbiano perso molto del loro appeal.

Per la CodaCons e FederConsumatori, si confermerà anche quest’anno un trend discendente, dovuto al susseguirsi di sconti e offerte partiti con il Black Friday, andati avanti con ribassi in vista degli acquisti natalizi e con i pre-saldi (riservati ufficialmente solo ai clienti Vip e Top…ma che di fatto coinvolgono un gran numero di persone che vengono invitate nei negozi a fare una prima scelta fra ciò che verrà messo in saldo e potersi così accaparrare i capi migliori).

 Cosa c’entrano i saldi con il tuo Centro Estetico?

Magari non è il tuo caso (anzi lo speriamo!), ma scorrendo su Facebook, vediamo ogni tre per due promozioni, sconti e offerte di tue colleghe, più o meno collegati ad eventi, feste o ricorrenze varie.

 Come fa il cliente a non acquistare solo in queste occasioni?

 Come fa il cliente a non acquistare (quasi) esclusivamente sulla base di una valutazione di prezzo?

 Come fa il cliente a non cambiare centro (o addirittura andare da una delle famigerate “abusive”) ogni volta che percepisce un maggior risparmio per quello che ritiene essere lo stesso tipo di servizio, lo stesso livello di qualità?

E’ esattamente la stessa situazione dei negozi di abbigliamento, accessori e così via che oggi si trovano alle prese con i saldi!

Quando un’azienda, un negozio, un’attività di qualsiasi genere, pratica con frequenza offerte, sconti, promozioni, ciò che comunica al mercato è:

💸💸 “sceglimi perché sono conveniente” 💸💸

e di conseguenza attira un tipo di cliente molto legato al prezzo, al risparmio.

Non solo, spesso, troppo spesso, queste attività puntano il 90% della loro comunicazione, del loro marketing su questo, scrivendo post sui vari canali social, mandando mail, messaggi e whatsapp SOLO per comunicare ai clienti (e potenziali clienti) la promozione o l’offerta del momento.

Il cliente pertanto non ha la percezione di nient’altro.

Non riesce ad avere la percezione del valore di ciò che viene offerto.😓😓

Non ha la benché minima percezione della Differenziazione rispetto ad altre attività dello steso tipo (= cosa ha di Diverso da tutte le altre quel negozio, quel Centro Estetico, che lo rende Unico nel suo genere e non comparabile con altri).

E’ piuttosto difficile, se non improbabile, di fronte a politiche di marketing di questo tipo, che il cliente sia poi disposto a fare acquisti di importi elevati quando non ci sono sconti né offerte: nello scenario peggiore addirittura è probabile che il cliente non faccia proprio nessun acquisto aspettando sempre l’ennesima offerta o promozione!

Ecco perché i Saldi, il Black Friday, Sconti e offerte sono un’arma a doppio taglio molto pericolosa.

Hai mai fatto caso che i Marchi di lusso non aderiscono MAI a questo tipo di iniziative?

Se stai pensando che questi marchi sono dedicati solo ad un gruppo molto ristretto di acquirenti con grandi possibilità economiche ti chiedo: ma tu davvero non hai nel tuo armadio almeno un capo di abbigliamento, o una borsa, o un paio di scarpe, o un gioiello di una di queste marche???👏👏

Magari lo hai ricevuto in dono per una ricorrenza importante o magari hai messo da parte per mesi la cifra che ti occorreva per acquistarlo, ma la voglia di possederlo e di poterlo indossare era così tanta che hai rinunciato ad altri acquisti per avere questo!

Ti saresti mai sognata di chiedere uno sconto?

Lo avresti voluto così tanto anche se fosse stato un oggetto più comune e dal prezzo più “abbordabile”, un qualcosa che possono avere tutti?

Ecco ciò che trasmettono questi marchi a livello di Comunicazione e Marketing:

🎯 Qualità
🎯 Esclusività
🎯 Eleganza
🎯 Il Distinguersi rispetto alla massa

E tutto questo ha un Valore, un Alto Valore che trova la sua corrispondenza in un contro-valore monetario altrettanto alto.

Ora starai pensando “Ma io, con il mio Centro Estetico, non posso certo pensare di mettermi alla pari di Louis Vuitton, di Dior, di Tiffany !” (giusto per fare qualche esempio)

In realtà i principi del Marketing da seguire sono esattamente gli stessi di questi “Giganti del Lusso”

☠ Anche tu ti sei messa in casa un potenziale Killer? ☠
10 Gen

Oggi ti vogliamo parlare di una pericolosa prassi utilizzata nel mondo dell’estetica, un vero e proprio boomerang che ti illude di guadagnare grandi cifre, ma che presto si rivela per quello che è: la tomba del tuo centro.

Di cosa stiamo parlando?

Dell’abitudine di proporre alle clienti programmi lunghi (3-6-12 mesi) e farle pagare tramite finanziaria.😱😱

Si tratta di un’usanza “ereditata” dai centri dimagrimento, che troppo spesso viene utilizzata ancora oggi, soprattutto in centri che lavorano molto con le tecnologie.

Andiamo a vedere quali sono i 3 pericoli concreti che si nascondono dietro questo strumento, apparentemente tuo amico e alleato.

📌 1/ La cliente continua a pagare anche dopo aver finito il programma

Solitamente le finanziarie, per abbassare il più possibile la rata mensile, “spalmano” la cifra da pagare su un periodo di tempo maggiore rispetto a quanto dura il programma: ad esempio un programma di 6 mesi viene in realtà pagato dalla cliente in 10 mesi, un programma da 12 mesi viene pagato in 18 mesi e così via.

Quindi, quando la tua cliente termina il suo percorso e tu (giustamente) vuoi impostare un percorso di mantenimento, lei di fatto non ha soldi perché sta ancora pagando le rate del primo programma.

Non solo.

Nella sua testa, più o meno consciamente, lei sente di pagarti ancora per mesi qualcosa di cui non usufruisce più.
Si sente spolpata e defraudata e quindi, non solo si rifiuta di fare ulteriori acquisti da te, ma può addirittura arrivare a non mettere mai più piede nel tuo centro e anche…parlare male di te in giro!

(Sì, anche se le hai dato esattamente i risultati estetici che voleva!)

📌 2/ Hai enormi problemi di Cash Flow (Flusso di Cassa) per il Centro

Fai un grosso incasso in un determinato momento dell’anno (solitamente quando si adottano queste strategie si organizzano degli open day o altre forme di evento), ma cosa succede nei mesi successivi?

Nei mesi successivi fai incassi molto molto molto più bassi, legati prevalentemente a servizi di estetica base o singoli trattamenti, con il risultato di inghiottire il surplus creato dall’incassone del mese o dei mesi in cui ti sono entrati i soldi dei vari finanziamenti attivati.

Non solo.

Psicologicamente, quando hai il picco di incasso tendi a…spendere di più, sia per ripianare magari vecchi debiti o spese che avevi rimandato in precedenza, sia per concederti qualche extra che ti fa gola (che a volte magari è…una nuova tecnologia da svariate decine di migliaia di euro!!!)

Quindi tendi a prosciugare molto velocemente quanto ti è entrato e nei mesi di magra ti ritrovi di nuovo ad essere in serie difficoltà.😓😓

📌 3/ Regali Ore di lavoro Gratis alla cliente

Per far acquistare alle clienti programmi lunghi, impegnativi e con un esborso finanziario importante, sei di fatto costretta ad offrire in cambio Sconti alti o Bonus (= Trattamenti Omaggio) che si traducono in Ore di lavoro Gratis.

Questo significa che di fatto vai ad erodere la marginalità che hai sui singoli trattamenti che fanno parte del percorso.

Risultato? Lavori per andare in pari con le spese (se va bene!)

Ecco i 3 motivi per i quali lavorare con le finanziarie significa metterti in casa un falso amico, che presto si trasforma nel killer della tua attività.

E allora
Cosa devi fare per far acquistare alle tue clienti programmi importanti
Come fai a fidelizzare la cliente

Nessun vero legame di lungo periodo può essere fondato sulla base di un vincolo di costrizione: questo vale per le relazioni sentimentali, per le amicizie ed è altrettanto vero nella relazione fra te e la tua Cliente.

La vera Fidelizzazione nasce dalla creazione di un rapporto basato su 3 principi:

 Fiducia
 Credibilità
 Autorevolezza

Fai dormire il T.U.O. Cliente fra due guanciali…
16 Dic

… e non dovrai mai più preoccuparti della stagionalità!

In un hotel dove ho soggiornato recentemente per uno dei nostri corsi ho trovato una piacevole sorpresa.

L’hotel mette a disposizione dei propri ospiti un “Menù dei cuscini”.

Puoi scegliere fra cuscini in lattice e memory form, oppure in materiali naturali come il farro o la pula di miglio e fra diverse forme ergonomiche e modelli massaggianti.

Accanto ad ogni modello trovi una descrizione accurata dei benefici e delle indicazioni specifiche per eventuali problematiche di cervicale o muscoli contratti.

Premesso che per me il cuscino è molto importante e che viaggio spesso per lavoro…sono stato felicissimo da cliente di trovare questo servizio aggiuntivo in un hotel italiano (all’estero è tutt’altra storia…ma questo te lo racconterò un’altra volta!).

Per deformazione professionale non ho potuto fare a meno di pensare che questa idea fosse un ottimo modo per coccolare il cliente, rendere la sua esperienza presso l’hotel Unforgettable (indimenticabile in senso positivo), e anche che costituisse un elemento differenziante notevole rispetto ai concorrenti (gli altri hotel).🔝🔝

Incuriosito dalla genesi di questa idea, la mattina seguente ho indagato presso la reception e mi è stato raccontato che il servizio era stato introdotto da qualche mese e che già stava riscontrando molto successo.

L’idea era partita dall’osservazione da parte di alcuni dipendenti della struttura. Hanno notato che una buna parte degli ospiti la mattina a colazione facevano esercizi per sgranchire il collo.

La struttura si rivolge e accoglie una clientela prevalentemente di tipo business: si tratta quindi di persone che tendono a passare molte ore sedute ad una scrivania, al computer o al tavolo delle riunioni. Come sai bene, con un’attività quotidiana di questo tipo è molto facile adottare posture scorrette e soffrire quindi di fastidiose contratture nella zona delle spalle e dolorose infiammazioni cervicali.😪😪

Così è partita l’idea di fare qualcosa per migliorare l’esperienza degli ospiti, che è stata prontamente accolta ai “piani alti” ed è stata concretizzata con grande successo.

Cosa c’entra la storia dei cuscini dell’hotel con il tuo Centro Estetico?

Molto!

Anche nel tuo caso la fidelizzazione del T.U.O. Cliente (Ti Ubbidisce Ognivolta) passa anche dall’apportare miglioramenti alla sua Customer Experience (l’esperienza globale che vive il cliente presso il tuo centro), elemento fondamentale sul quale ti valuta e che puoi trasformare in vero elemento differenziante della tua attività.🎯🎯

Oggi non basta più offrire un servizio impeccabile: se vuoi sbaragliare la concorrenza devi spiccare per un qualcosa in più, un qualcosa che ti differenzi e che sia percepito dal T.U.O. Cliente come un valore in più inestimabile.

Solo così il cliente ti sposerà per sempre e diventerà Tuo Cliente Messaggero, cioè procacciatore spontaneo di nuovi clienti, perché parlerà bene di te ad amici, parenti, conoscenti, colleghi e scriverà ottime recensioni sui canali social.

I 5+1 segreti del successo di Audrey Hepburn
09 Dic

(da sfruttare per il Marketing del tuo centro)

Cosa ha a che fare questa famosa attrice del passato, che è diventata una vera e propria icona, con te e con il tuo Centro Estetico?

Molto più di quello che credi!

Anche il mondo dello spettacolo, infatti, è soggetto alle leggi del marketing, che spesso in questo settore vengono addirittura estremizzate.

Ecco perché alcuni elementi della biografia di una famosa attrice possono diventare ottimi spunti anche per te! 💪💪

 1 𝐍𝐨𝐧 𝐬𝐢 𝐞’ 𝐦𝐚𝐢 𝐥𝐚𝐬𝐜𝐢𝐚𝐭𝐚 𝐬𝐜𝐨𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐝𝐚𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐧𝐬𝐮𝐜𝐜𝐞𝐬𝐬𝐢

Audrey, fin da quando era una bambina, voleva diventare una ballerina ma, a causa delle privazioni di cibo durante l’età dello sviluppo e all’interruzione dei suoi studi dovute alla II Guerra mondiale, non ha potuto realizzare il suo sogno.

Non si è persa d’animo e ha imboccato nuove strade facendo prima la modella e poi l’attrice.
Ed è stata quest’ultima strada quella definitiva e per la quale la ricordiamo.

L’insuccesso è semplicemente una tappa obbligata per arrivare al successo!🏆

 2 𝐇𝐚 𝐬𝐜𝐞𝐥𝐭𝐨 𝐮𝐧’ 𝐢𝐦𝐦𝐚𝐠𝐢𝐧𝐞 𝐃𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐚 𝐝𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐢𝐯𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐞𝐩𝐨𝐜𝐚

La figura esile, i capelli scuri, le folte sopracciglia, le conferivano un’immagine molto diversa da quelli che erano i canoni estetici del tempo. Andavano infatti di moda le bionde maggiorate (l’emblema era Marilyn Monroe).

Eppure Audrey si è sempre rifiutata di tingersi i capelli o imbottire il reggiseno per conformarsi alla moda dell’epoca.

Ha messo a frutto quanto imparato quando lavorava come modella e ha rinforzato la sua immagine, diversa da tutte le altre, valorizzando la sua esile figura con vestiti su misura (creati per lei da Givenchy) e il suo collo con capelli raccolti o tagli corti.

Insomma, si è DIFFERENZIATA.

Ti ricorda qualcosa?

 3 𝐄’ 𝐬𝐞𝐦𝐩𝐫𝐞 𝐫𝐢𝐦𝐚𝐬𝐭𝐚 𝐬𝐞 𝐬𝐭𝐞𝐬𝐬𝐚

Era una persona timida e riservata e ha fatto della timidezza un suo tratto caratteristico, esercitando un carisma silenzioso ma trascinante nella sua sobrietà e nella sua compostezza.

Non occorre stravolgersi e forzarsi ad essere chi non si è.
Le persone sono attratte da persone vere, da chi si mostra sinceramente per quello che è.
Inoltre ognuno di noi è naturalmente portato ad avvicinarsi a chi percepisce come simile a sé.

Non puoi piacere a tutti, fattene una ragione.

Ma restando te stessa e comunicando in prima persona con il T.U.O. Cliente (il Cliente che Ti Ubbidisce Ognivolta, il tuo “Cliente Ideale”) attrai sicuramente chi ti interessa 🎯🎯

 4 𝐍𝐨𝐧 𝐡𝐚 𝐦𝐚𝐢 𝐬𝐦𝐞𝐬𝐬𝐨 𝐝𝐢 𝐦𝐢𝐠𝐥𝐢𝐨𝐫𝐚𝐫𝐬𝐢

E’ sempre stata umile e ha sempre lavorato sodo. Era maniacale nella sua preparazione per ogni parte che le veniva assegnata e teneva in molta considerazione il parere dei registi e dei colleghi attori più esperti.
Anche all’apice del successo non ha mai fatto la prima donna.

In un mercato che cambia super-rapidamente, nessuna Imprenditrice può mai considerarsi arrivata e fermarsi.

Essere sempre aggiornata, precorrere i tempi, avere sempre nuove idee, vedere l’azienda in costante crescita sono gli ingredienti fondamentali per avere Guadagni solidi e Serenità.💰💰

 5 𝐇𝐚 𝐟𝐚𝐭𝐭𝐨 𝐬𝐜𝐞𝐥𝐭𝐞 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨𝐭𝐞𝐧𝐝𝐞𝐧𝐳𝐚

…per restare fedele a se stessa.

Se n’è altamente fregata di quello che potevano dire gli altri e ha seguito la SUA strada.

All’apice della sua carriera ha deciso di ritirarsi dalle scene e dedicarsi completamente alla sua famiglia. Dopo 9 anni di assenza dal mondo del cinema è ritornata, ricevendo moltissime offerte, ma scegliendo di fare solo alcuni film.

Molte volte l’Imprenditrice è sola. Spesso anche le persone più vicine, ti scoraggiano dal compiere alcune scelte, dal fare determinate cose, perché pensano che siano troppo rischiose o perché credono che si tratterà di un fallimento assicurato.

Ma la storia e la vita di molti personaggi importanti ci dimostrano il contrario, quindi consapevolizza quello che vuoi davvero dalla tua Azienda e ancora di più dalla tua vita e poi vai dritta per la tua strada, senza ascoltare nessuno.

 5+1 𝐇𝐚 𝐫𝐢𝐝𝐚𝐭𝐨 𝐚𝐥 𝐦𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐜𝐨𝐬𝐚 𝐝𝐢 𝐜𝐢𝐨’ 𝐜𝐡𝐞 𝐚𝐯𝐞𝐯𝐚 𝐫𝐢𝐜𝐞𝐯𝐮𝐭𝐨

Audrey è stata una persona colma di gratitudine.

Ha vissuto sulla sua pelle le restrizioni e le paure della II Guerra mondiale durante la sua adolescenza ed è stata grata ai soldati inglesi che liberarono l’Olanda (dove viveva all’epoca) dall’occupazione tedesca.

Poi ha continuato ad esserlo per ogni cosa che le capitava nella vita, sia in ambito professionale che personale (pur avendo avuto una vita sentimentale segnata da alti e bassi e avendo dovuto superare diversi aborti).

Ha sempre ritenuto che il destino le avesse offerto molte opportunità e, nell’ultima parte della sua vita, è diventata attivista umanitaria e ambasciatrice Unicef, per contribuire ad aiutare bambini che vivevano in condizioni di estrema povertà, malnutrizione, malattie e guerre.

Per sua stessa ammissione, non poteva farne a meno, era una sorta di parziale “restituzione” di ciò che aveva ricevuto in dono lei dalla vita.💖💖

🍽 E se nel menù di un ristorante trovassi solo gli antipasti? 🍽
28 Nov

(dal diario di Anna Demattei, la nostra Responsabile Commerciale)

Mi capita frequentemente, durante i colloqui con Titolari di Centri Estetici che si avvicinano a noi, di sentirmi raccontare:

“Sai io vendo pochi prodotti, non riesco proprio a proporre latte detergente, sieri o creme…”

Rimango sempre un po’ sbigottita di fronte a questa affermazione: è come se l’autocura venisse vissuta come qualcosa di separato rispetto a quello che è il lavoro dell’Estetista.🤔🤔

Indagando, scopro quasi sempre che le ragioni sono:

Sono in una zona dove negli ultimi anni ci sono stati problemi economici, fabbriche chiuse, moria di attività commerciali e le mie clienti non hanno molta disponibilità economica”
Sai, ho paura di essere invadente, ho paura che le mie clienti pensino che voglio vendere loro qualcosa per forza”

E indagando ancora più a fondo vengo a sapere che:

Le clienti magari comprano prodotti in farmacia o profumeria
– Le stesse clienti che “piangono miseria” dalla loro Estetista, sfoggiano però ogni volta un vestito o un accessorio nuovo e non si lasciano sfuggire aperitivi e cene…😡😡

In queste situazioni faccio sempre questa domanda:

“Ma se tu avessi un ristorante, avresti problemi a mettere nel menù e proporre ai tuoi clienti gli antipasti, i contorni o i dolci o i vini?

Ti limiteresti solo al primo e al secondo??”

La risposta è sempre: “ma certo che no!!”🤗🤗

I prodotti di autocura non sono altro che il completamento e la prosecuzione del lavoro che fai con la cliente nel centro.

– Come puoi pensare che con uno o due trattamenti al mese (ma anche uno a settimana), senza poi proseguire a casa con i giusti prodotti, si possa ottenere il massimo del risultato?

– Come puoi pensare che se a casa la cliente usa dei prodotti scadenti o comunque non in linea con quelli che utilizzi tu in cabina, la sua pelle non vada in tilt?

Il tuo primo compito è educare correttamente la cliente.

Spesso le clienti non acquistano perché sono ignoranti.
Non in senso offensivo eh! Ignoranti perché ignorano, del resto: mica sono estetiste!

(Anch’io ero una cliente ignorante fino a una decina di anni fa!)

E chi dovrebbe essere la professionista deputata a spiegare loro di cosa hanno veramente bisogno?

Giudicheresti mai fuori luogo un cameriere che ti consiglia il giusto abbinamento fra il piatto che hai scelto ed il vino più indicato?

O che ti propone un fantastico dessert a fine cena (che poi finisci sempre per prendere anche se stai già rotolando per quanto sei piena

Giudicheresti mai invadente o inopportuno un medico che ti illustra e ti spiega come dovresti modificare il tuo stile di vita per migliorare il tuo stato di salute o per prevenire l’insorgere di una determinata patologia o che ti prescrive delle medicine o degli integratori per curare una malattia?

Sono sicura che hai risposto NO.👌👌

E allora, spiegami, per favore, perché per te dovrebbe essere diverso?

La cliente ti acquista sempre sulla base di 3 elementi:
Fiducia
Credibilità
Autorevolezza

Se ometti una parte importante del tuo lavoro, prima o poi la cliente lo verrà a scoprire, perché magari leggerà un articolo su qualche rivista, o perché “proverà” ad andare in un altro centro…

E allora smetti finalmente di fare il pulcino bagnato, smetti di aver paura, smetti di farti delle gran “seghe mentali” e tira fuori la professionista che è in te!

Non Andare più alla Cieca
19 Nov

Non faremo concorrenza al mago Houdini dicendoti che, se oggi sei Titolare della tua Attività, comunque ci sei arrivata scegliendo una delle 2 seguenti strade:

 Hai deciso di andare a lavorare come dipendente in un Centro Estetico e dopo qualche tempo hai scelto di metterti in proprio

 Hai aperto il tuo Centro Estetico dal nulla, appena preso il diploma

Nel primo caso, anche a seguito della poca preparazione che alcune scuole di estetica danno, hai imparato dalla titolare da cui sei andata a lavorare. Ad un certo punto, per svariati motivi, hai deciso di metterti in proprio.

E a seconda di quello che hai vissuto in quegli anni da dipendente, hai deciso o di gestire la tua nuova attività utilizzando le stesse strategie ed impostazioni che la tua titolare ti aveva insegnato o di discostartene completamente, avendo ben chiaro cosa “non volevi”, ma non sapendo da che parte iniziare.

Nel secondo caso, invece, hai iniziato a guardarti intorno, spiando quello che facevano intorno a te, magari cercando su Internet qualche Corso che ti ha promesso chissà che cosa.
In poche parole, hai osservato i tuoi competitor, i tuoi compagni di Corso e hai “copiato” da quelli che ti sono “sembrati più forti”.

Insomma, ti sei buttata un po’ alla cieca.😱😱

Sai cosa succede in entrambe le situazioni?

Che rimani prigioniera di procedure, strategie e tattiche che utilizzano molti che lavorano nel tuo settore.

Questo ti porterà inevitabilmente ad “essere una delle tante”, il tuo Centro uguale ad altri Centri.

Le persone quindi non capiscono in maniera chiara e precisa perché dovrebbero venire proprio da te, perché dovrebbero fidarsi.

Questo è o sarà il tuo più grande problema.

La soluzione purtroppo non sta nel delegare la struttura e le strategie della tua Azienda a qualcun’altro.

Non farti fregare da chi ti fa promesse facili, da chi ti chiede investimenti importanti che solo dopo qualche tempo ti rendi conto essere solo un grosso buco nell’acqua.

E se per caso ti è già capitato di “essere stata fregata”, sappi che esistono anche le Aziende quelle serie, fatte di persone “pulite” e competenti.

Dove puoi trovare tutto questo?

Cerca nei tuoi gruppi di discussione, chiedi alle tue colleghe che magari incontri ai corsi delle case cosmetiche…insomma… INFORMATI.🎯🎯

Solo quando avrai tutte le informazioni che ti servono, solo allora SCEGLI!!

Il nostro Corso SkinTherapist è nato proprio per aiutarti ad acquisire tutte le informazioni, strategie e competenze di cui hai bisogno per iniziare a gestire con successo il tuo Centro Estetico.

Quante volte ti è capitato di pensare o pronunciare la fatidica frase “Dovrei fare xyz, ma non so proprio da che parte cominciare!”

Eh sì, la differenza sta proprio qua, SAPERE COSA FARE quando torni a casa dopo un Corso.

Uscire da una giornata di corso con troppe nozioni teoriche nella testa e l’indomani ritrovarti nel tuo Centro senza sapere come fare a ottenere risultati concreti non ti serve a niente, anzi ti crea ancora più confusione.

Dopo il Corso SkinTherapist sarai e ti sentirai una Professionista capace di prendersi cura della pelle, anche con una cliente che in tutta la sua vita è entrata in un Centro Estetico solo per una semplice pulizia viso! Saprai COSTRUIRE Protocolli Estetici Personalizzati (su misura) per ogni cliente.

Vendere o…Farti Acquistare?
19 Nov

(ovvero: La Vendita Non è Magia)

Veniamo spesso contattati da Titolari di Centri Estetici che ci chiedono formazione per imparare a Vendere (per loro stesse o per le proprie collaboratrici).

Spesso, parlando con loro, vedo che vivono questo aspetto della relazione con la cliente come un qualcosa di a sé stante, di separato da tutto il resto, un qualcosa che richiede delle capacità innate.🤔🤔

Magari una formula da usare al momento giusto, un insieme di parole, di frasi da dire alla cliente ed avere magicamente come risultato il Sì alla proposta.

Spesso ne hanno paura, temono di irritare la cliente, di offenderla, si nascondono dietro il “io sono timida”, “non mi piace esser aggressiva”, “non mi piace essere invadente”.

Questa è una visione completamente distorta della vendita, una visione che purtroppo è stata fomentata da molti sedicenti formatori e motivatori negli anni passati (e purtroppo qualcuno lo puoi trovare anche oggi…).

La Vendita NON è spingere, NON è proporre un qualcosa solo per alzare gli incassi, NON è prevaricare la cliente, farle il lavaggio del cervello o altre diavolerie.

Io nasco come Venditore, è stato il mio primo lavoro quando avevo 18 anni e ho aperto la mia partita iva come Agente di Commercio (ti assicuro che ai tempi ero molto più timido di te!!).
Mi sono occupato della parte Commerciale in tutte le aziende che ho fondato successivamente.

Ho studiato molto per migliorarmi (ti confesso che all’inizio anch’io andavo alla ricerca di una formula magica), letto libri, frequentando corsi in Italia e all’Estero, ho testato e sperimentato sul campo fino a giungere alla conclusione che più che di Vendita è corretto parlare di “𝓕𝓐𝓡𝓢𝓘 𝓐𝓒𝓠𝓤𝓘𝓢𝓣𝓐𝓡𝓔”.

 Farti Acquistare è un processo direttamente collegato con la missione del tuo Essere Estetista:

🎯 migliorare la vita delle persone con cui vieni in contatto = le tue clienti 🎯

 Farti Acquistare è ascolto, è capire e accogliere senza alcuna forma di giudizio i bisogni, i desideri, le paure della cliente.

 Farti Acquistare è mettere insieme tutti gli strumenti che hai, le competenze e le esperienze per dare la migliore soluzione nei tempi più rapidi al problema della cliente.

 Farti Acquistare è saper comunicare con la cliente nel modo più giusto, far percepire che hai veramente a cuore la sua persona, la sua situazione specifica, e non il suo portafoglio.

 Farti Acquistare è studiare per dare di più, è creare nuovi protocolli di lavoro Unici e Differenzianti (TUOMetodo) .

 Farti Acquistare è avere un Progetto Sviluppo Clienti, perché ogni cliente va presa per mano e guidata progressivamente a prendersi cura di sé a 360°.

 Farti Acquistare è mettere da parte tutti i pensieri che ti frullano nella testa ed entrare in sintonia con la cliente, concentrati solo ed esclusivamente sui suoi problemi, sui suoi bisogni, sulle sue paure per poterle offrire la Soluzione Personalizzata Perfetta per le sue esigenze.

 Farti Acquistare è frutto della consapevolezza del tuo Valore come Professionista, di quanto puoi dare alla cliente, di quanta differenza puoi davvero fare nella sua vita.

 Farti Acquistare è il risultato di un lavoro che inizia a monte e affonda le sue radici nel Marketing: capire chi è il T.U.O. Cliente (il Cliente che Ti Ubbidisce Ognivolta), comunicare con lui in modo che ti capisca, fargli acquisire progressivamente Fiducia, aumentare passo passo la tua Autorevolezza ai suoi occhi, fino a diventare il suo Punto di Riferimento in ambito Beauty.

✨✨ Non è tutto Oro quel che Luccica ✨✨
09 Set

Qualche giorno fa abbiamo avuto modo di conoscere Donatella, imprenditrice nel Beauty da qualche decennio.

Donatella ha acquistato i nostri libri “L’Estetista di Successo” e “Clienti Nuovi per l’Estetista di Successo qualche mese fa.

Dopo averli letti attentamente e studiati, mi ha contattato su Facebook scrivendomi che li aveva trovati molto utili, densi di strumenti e contenuti interessantissimi, ma…

“mi sono resa conto che studiare solo dei libri non mi basta”

“In che senso non ti basta Donatella?”, le abbiamo chiesto io.

Perché dopo tanti anni di lavoro, tanti libri sul marketing e sulla gestione letti so cosa dovrei fare in teoria, ma poi fatico a tradurlo nella pratica, non riesco a dare continuità ai miei progetti, mi è difficile organizzare il centro ed il lavoro come vorrei e non riesco a farmi seguire dal mio staff.😖😖😖

Sono sempre stata una molto indipendente.

Credevo di non aver bisogno di nessuno, credevo che imparare delle cose mi sarebbe bastato.

E tempo fa effettivamente è stato così, anni fa ho guadagnato tanti tanti soldi con il mio centro, mi sono tolta ogni soddisfazione, avevo una lista d’attesa lunghissima.

Ma poi le cose sono cambiate, il mercato è cambiato, le abitudini delle persone sono cambiate.

Finalmente, dopo tanti anni, mi rendo conto che da sola non ce la posso fare, ho bisogno di aiuto.

Ho bisogno di essere guidata, di avere qualcuno di esterno che mi dica dove sbaglio, cosa posso migliorare, come mi devo muovere con le clienti, con il mio staff ecc.💪💪

Dopo aver letto i vostri libri e avervi seguito per un po’, sono convinta che voi siate le persone giuste!

Abbiamo un po’ di domande per capire meglio come stanno le cose.

Donatella ha una Urban Spa nel centro di Milano.

Attualmente la sua clientela è composta principalmente da manager e dirigenti, imprenditrici e imprenditori di un certo calibro e…anche qualche Vip.

Il suo listino prezzi e l’eleganza del centro creano automaticamente delle barriere all’entrata, selezionando di fatto la clientela.

Potrebbe sembrare uno scenario molto invitante, MA…

 Oltre l’80% della clientela NON è fidelizzata: fanno singoli trattamenti o servizi SPA, quando pare a loro, quando hanno tempo, quando hanno voglia; alcuni fanno percorsi per risolvere un determinato inestetismo, ma una volta ottenuto il risultato si fermano

Se Donatella manca fisicamente dal centro (e purtroppo per motivi personali lo ha dovuto fare per qualche mese di fila l’anno scorso) gli incassi calano drasticamente: i suoi collaboratori non riescono a comunicare con il cliente come fa lei e ottengono risultati di gran lunga inferiori

 L’eventuale proposta al cliente viene effettuata sulla base di criteri molto variabili, manca completamente una pianificazione, un Progetto Sviluppo Cliente

 Sono stati creati dei protocolli e un Metodi di lavoro Unici – Donatella ha messo a frutto le sue competenze le sue esperienze per creare trattamenti e rituali unici e particolari – Ma non vengono assolutamente comunicati al cliente come Differenzianti rispetto ad altri Centri o Spa

Il risultato di tutto questo è che Donatella non è mai serena e tranquilla, riesce a pagare le spese, ma non ci sono utili né accantonamenti, il suo stipendio c’è solo nei “mesi buoni” e ormai ha eroso tutto il gruzzoletto che si era creata con i guadagni di 20-15 anni fa.

Ora ha deciso di dire basta a questa situazione.

“Io voglio ottenere dal mio centro tutto quello che mi può dare. E sono sicura che mi può dare molto più di questo. Quindi dimmi cosa devo fare e io lo faccio!”

Percependo l’urgenza e la voglia di fare di Donatella mi sono subito mosso per metterla nelle mani di uno dei nostri TAD (Tuo Allenatore Dedicato) e iniziare subito a lavorare su strategie per lo Sviluppo e la Fidelizzazione del Cliente.

Inoltre, fra qualche mese, Donatella parteciperà al Corso SkinTherapist, un Corso dal taglio molto pratico che unisce conoscenze e strumenti di Comunicazione, di Vendita e Tecnici:

🎯 per smettere di dipendere da strategie di incasso per salvare il mese,
🎯 per liberarsi dalle Stupide scuse dei clienti che NON vogliono comprare,
🎯 per finirla con un andamento degli incassi stile “montagne russe”
🎯 per dire BASTA alla Paura, per dire BASTA all’Ansia di NON farcela
🎯 per prendere in carico la Cliente con Professionalità e Competenza e da subito farla diventare Fedele per Sempre, in maniera del tutto naturale, senza fare fatica
🎯 per farsi acquistare fin dalla prima Diagnosi
🎯 per chiudere il 100% delle proposte che fai